quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Martedì 12 GENNNAIO 2016
Molise. Si è dimesso il vicepresidente della Regione. Frattura: “Gli chiedo di ripensarci”

“Chi rappresenta il partito nelle Istituzioni” ha il compito di “tradurre i programmi elettorali in misure concrete". Altrimenti "viene meno" il partito "e ciascun amministratore assume degli orientamenti legittimi ma disarmonici e non coordinati”, scrive Michele Petraroia nella nota in cui annuncia le sue dimissioni. Da Frattura nessun dubbio sulla “fedeltà e il sostegno” di Michele Petraroia “all’operato del governo e della maggioranza di centrosinistra”.

“Chi rappresenta il partito nelle Istituzioni nazionali, regionali e locali, ha dei doveri aggiuntivi rispetto agli altri iscritti perché ha il compito di tradurre i programmi elettorali in misure concrete, in provvedimenti operativi, in leggi e in scelte di cambiamento. In assenza di tali modalità viene meno la comunità–partito scompare il Noi e ciascun amministratore assume degli orientamenti legittimi ma disarmonici e non coordinati”. È questo uno dei passaggi della nota con cui il vicepresidente della Regione Molise, Michele Petraroia, ha annunciato le sue dimissioni.

Una scelta su cui il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, auspica un ripensamento. Le dimissioni di Petraroia, secondo Frattura, “derivano da una valutazione politica legata all’impegno e alla sensibilità che da sempre contraddistinguono la sua attività a servizio delle Istituzioni e del Partito Democratico. Anche questa sua scelta, che di certo non vivo, anzi, ritengo non viviamo senza una particolare partecipazione, va intesa come uno slancio di generosità e rispetto nei riguardi della Regione e, in particolare, del Pd, di cui l’assessore Petraroia è uno dei principali esponenti in Molise. Restano fermi - così per me vanno lette le sue dichiarazioni - la fedeltà e il sostegno all’operato del governo e della maggioranza di centrosinistra”, prosegue Frattura. Secondo il quale Petraroia “ha fatto la sua scelta, mi piace pensarla momentanea. Michele, ti chiedo di ripensarci. Attendo un confronto diretto e serrato, come abbiamo sempre fatto, per capire se nei fatti riusciamo a rivedere questa tua posizione. Trovo giusto – ha concluso Frattura –, che l’Aula conosca la situazione: abbiamo una Giunta con due assessori, un confronto con Michele Petraroia è fondamentale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA