quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Venerdì 29 GENNNAIO 2021
Vaccini Covid. Sileri: “No a liberalizzazione brevetti ma si a produzione conto terzi. Sì a trasparenza contratti”

Il viceministro alla Salute interviene sulla carenza di dosi dopo le riduzioni annunciate da parte delle aziende. “Sui vaccini già autorizzati dall’EMA e su quelli che verranno autorizzati nei prossimi mesi ritengo sia giusto e doveroso fornire libero accesso ai contratti, in modo da spazzare via sospetti e congetture alimentate dal carattere confidenziale di questi accordi”.

“La gestione dei vaccini da parte dell’Unione Europea deve avvenire all’insegna della più assoluta trasparenza. Sui vaccini già autorizzati dall’EMA e su quelli che verranno autorizzati nei prossimi mesi ritengo sia giusto e doveroso fornire libero accesso ai contratti, in modo da spazzare via sospetti e congetture alimentate dal carattere confidenziale di questi accordi”. Lo afferma il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri.
 
“Non ritengo opportuno e fattibile – spiega - che possa avvenire una liberalizzazione dei brevetti, ma è necessario alimentare la produzione per conto terzi, in modo da coinvolgere aziende oggi non impegnate nei vaccini anti Covid e aumentare così le dosi a disposizione di ogni Paese europeo. Dobbiamo augurarci che possano essere disponibili quanti più vaccini possibile, ma a condizione che siano efficaci, sicuri e quindi validati dall’ente regolatorio europeo. Il rigore dell’Ema non è una rigidità fine a sé stessa, ma è la garanzia di un pieno rispetto di precisi parametri scientifici a tutela di ogni cittadino”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA