quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Venerdì 16 LUGLIO 2021
Scuola. Il Cts chiede misure più stringenti per vaccinazione personale: “Valutare misure appropriate, anche legislative, per garantire elevata copertura”

"Sia fatto ogni sforzo per raggiungere un'elevata copertura vaccinale di docenti e non docenti, sia promuovendo delle campagne informative, sia individuando delle misure, anche legislative, appropriate, per garantire la più elevata soglia di persone vaccinate". Questo il monito del Cts in vista della riprese delle attività didattiche a settembre. E sulla scuola in presenza: "Assolutamente necessario dare priorità alla didattica in presenza. Raccomandato il distanziamento e l'uso di mascherine".

Il Cts ritiene che tutto il personale scolastico debba essere vaccinato e fa una forte raccomandazione alla politica affinché ogni sforzo sia fatto per raggiungere un'elevata copertura vaccinale di docenti e non docenti, sia promuovendo delle campagne informative, sia individuando delle misure, anche legislative, appropriate, per garantire la più elevata soglia di persone vaccinate, in particolare in quelle Regioni nelle quali ci sono livelli inferiori di dosi somministrate rispetto ad altre Regioni.
 
Questo quanto emerge dal verbale del Cts che risponde ad alcuni quesiti posti dal ministero di viale Trastevere in vista della ripresa delle attività didattiche a settembre.
 
E poi ancora, sulla didattica in presenza, è "assolutamente necessario'dare priorità alla didattica in presenza" per l'anno scolastico che partirà non solo per la formazione ma anche per lo sviluppo psicologico dei ragazzi. Raccomandato il distanziamento, ma dove questo non sia possibile, resta fondamentale mantenere le altre misure, a partire dall'uso delle mascherine di tipo chirurgico nei luoghi chiusi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA