Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 27 GIUGNO 2022
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Istat in audizione sul Def. In Italia aumentano i poveri e cala la spesa dei cittadini per la sanità. Il testo


15 APR - “Le difficoltà economiche delle famiglie si sono tradotte, tra il 2007 e il 2012, in un peggioramento degli indicatori di povertà. In particolare, l’indicatore di povertà assoluta (una famiglia si definisce povera in senso assoluto quando ha una spesa inferiore a quella minima necessaria per acquisire i beni e servizi considerati essenziali), stabile fino al 2011, è cresciuto di 2,3 punti percentuali nel 2012. La quota di persone in famiglie assolutamente povere è passata dal 5,7 all’8%, per un totale di 4 milioni 814 mila persone. Si tratta di 1 milione 725 mila famiglie, il 6,8% del totale”. Numeri illustrati dal presidente dell’Istat Antonio Golini, nel corso di un’audizione sul Def 2014 davanti alle commissioni riunite (V Commissione "Bilancio, tesoro e programmazione" della Camera dei Deputati e V Commissione "Programmazione economica, bilancio" del Senato della Repubblica).  
 
Ma nel corso del suo intervento il presidente Istat ha evidenziato anche come proprio a causa di un aumento della povertà gli italiani hanno tagliato alcune spese. Così si scopre che tra il 2007 e il 2012, è diminuita la spesa media mensile (in valori correnti) per abbigliamento e calzature (-23,3%), per mobili, elettrodomestici e servizi per la casa (-17,9%) e, soprattutto, per la sanità (-11,7%), in particolare quella per la prevenzione e per dentista.
 
E per invertire questa spirale Golini giudica positivo l’intervento di riduzione dell’Irpef che intende portare avanti il Governo: “Le nuove detrazioni avrebbero inoltre un effetto di riduzione della percentuale di individui a rischio di povertà relativa, con un calo dell’incidenza pari a quasi un punto percentuale. Il maggiore beneficio si registrerebbe per gli individui residenti nelle regioni del Sud”. 

15 aprile 2014
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy