Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 03 DICEMBRE 2022
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Covid. Ospedali sentinella Fiaso riportano incremento del 17,7% dei ricoveri in una settimana


A incidere maggiormente sul rialzo sono i pazienti ricoverati nei reparti ordinari che aumentano complessivamente del 20,9%. Pesano, in particolare, i ricoverati “per Covid” ovvero con sindromi respiratorie e polmonari che salgono del 34,5%, mentre i “con Covid”, cioè coloro che arrivano in ospedale per altre malattie e vengono trovati incidentalmente positivi, salgono del 10%.

29 GIU -

Dopo la stabilità registrata la scorsa settimana, torna a salire in maniera consistente la curva dei ricoveri Covid. A segnalarlo è la rilevazione negli ospedali sentinella aderenti alla rete Fiaso del 28 giugno che fa registrare un incremento pari al 17,7% del totale dei ricoveri.

A incidere maggiormente sul rialzo sono i pazienti ricoverati nei reparti ordinari che aumentano complessivamente del 20,9%. Pesano, in particolare, i ricoverati “per Covid” ovvero con sindromi respiratorie e polmonari che salgono del 34,5%, mentre i “con Covid”, cioè coloro che arrivano in ospedale per altre malattie e vengono trovati incidentalmente positivi, salgono del 10%.  

Nelle terapie intensive attualmente i numeri sono molto bassi e la variazione rischia di essere poco indicativa: il numero dei pazienti in rianimazione negli ospedali sentinella passa dai 30 del 21 giugno ai 21 del 28 giugno. Il dato, tuttavia, è in linea con gli abituali trend delle terapie intensive che crescono sempre dopo rispetto all’aumento dei ricoveri in ordinario.

Il 38% dei pazienti in intensiva risulta non vaccinato, percentuale che schizza al 56% tra chi ha sviluppato una patologia polmonare ed è ricoverato Per Covid. Da sottolineare l’abbassamento dell’età media dei ricoverati in intensiva (59 anni i vaccinati e 48 i non vaccinati).

“L’aumento dei ricoveri registrato è significativo non solo per il rialzo del numero di pazienti, ma soprattutto perché torna a crescere la prevalenza della patologia polmonare tipica del virus Sars-Cov-2, i cosiddetti ricoverati Per Covid. Mentre negli ultimi mesi la gestione clinica del paziente Covid ha portato alla realizzazione di reparti multidisciplinari nei quali finivano i malati con fratture o patologie internistiche e chirurgiche, trovati incidentalmente positivi al virus ma bisognosi di assistenza specialistica per altre patologie, adesso tornano a essere necessarie l’assistenza respiratoria e la ventilazione. Va considerato che tutti i pazienti vaccinati e ricoverati hanno ormai fatto l’ultima dose da oltre 6 mesi e questo aumenta il rischio che ci sia un rialzo dei ricoveri nelle prossime settimane”, osserva il presidente di Fiaso, Giovanni Migliore.

Focus pazienti pediatrici
Nelle classi di età pediatriche si osserva, invece, un aumento del 13,3%. È quanto emerge dalla rilevazione nei quattro ospedali sentinella e nei reparti di pediatria aderenti alla rete Fiaso. I pazienti sono per lo più bambini molto piccoli tra 0 e 4 anni (66,7%). Anche per i bambini, l’aumento si concentra sui ricoveri Per Covid.



29 giugno 2022
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer Infografica

Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy