Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 03 DICEMBRE 2022
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Hiv/Aids. Report 2012: 3.853 nuove diagnosi. Meno casi tra gli stranieri. I dati dell’Iss


L’incidenza è stata di 6,5 nuovi casi ogni 100.000 residenti. Più della metà delle nuove diagnosi sono state registrate in Lombardia (27,6%), Lazio (14,5%) ed Emilia Romagna (10,4%). I casi tra gli stranieri sono stati 991 contro i 1.145 del 2011. Ma resta alta la percentuale di diagnosi tardiva, che sfiora il 57%. I dati del Centro Operativo Aids dell’Iss.

13 NOV - Quasi 57 mila nuove diagnosi di infezione da Hiv nel periodo 1985-2012. Nel 2010 sono state 3.948, nel 2011 sono state 3.752, nel 2011 sono state 3.853, con un incidenza del 6,5 ogni 100.000 residenti. I dati arrivato dall’ultimo bollettino del Centro Operativo Aids dell’Iss, che sottolinea come, nel 2012, più della meta delle segnalazioni sono pervenute da tre regioni: Lombardia (27,6%), Lazio (14,5%) ed Emilia-Romagna (10,4%).
Quanto all’età della diagnosi, nel 2012 la classe più rappresentata è stata quella 30-39 anni (33,0%). Le nuove diagnosi di Hiv hanno riguardato 3.041 uomini e 810 donne (in due casi il sesso non è stato precisato).

Dalla metà degli anni ’80 a oggi la distribuzione dei casi per modalità di trasmissione ha subito un notevole cambiamento: la proporzione di IDU (cioè tra i tossicodipendenti) è diminuita dal 76,2% nel 1985 al 5,3% nel 2012, mentre sono aumentati i casi attribuibili a trasmissione sessuale. In particolare, i casi attribuibili a trasmissione eterosessuale sono aumentati dall’1,7% nel 1985 al 42,7% nel 2012 e i casi attribuibili a trasmissione tra MSM (uomini che fanno sesso con gli uomini) nello stesso periodo sono aumentati dal 6,3% al 37,9%. Nel 2012 la modalità di “trasmissione verticale” (cioè da madre incinta a figlio) ha contribuito per lo 0,2% del totale dei casi segnalati e quella “sangue e/o derivati” per lo 0,3%.

Il rapporto sottolinea come, peraltro, il numero delle nuove diagnosi di infezione da Hiv in MSM sia cresciuto del 18,7% tra il 2010 e il 2012, mentre sia diminuito il numero delle nuove diagnosi di infezione da HIV in maschi eterosessuali del 7%, in femmine eterosessuali del 15,7% e in IDU del 20,9%, nello stesso periodo.

Quanto al capitolo stranieri, la proporzione di questi tra le nuove diagnosi di infezione da HIV e aumentata dall’11% nel 1992 a un massimo di 32,9% nel 2006; nel 2012 era del 25,7%, con un numero assoluto di casi inferiore rispetto al 2011 (991 contro 1.145). Nel 2012 la distribuzione per area geografica di provenienza mostra che il 47,2% di stranieri con una nuova diagnosi di infezione da HIV proveniva dall’Africa, il 25,6% dai Paesi dell’Europea centrale e orientale, il 20,2% dall’America meridionale, il 4,8% dall’Asia. Nel 2012, il 59,9% dei casi in stranieri era costituito da maschi e la classe di età più rappresentata era 30-34 anni per i maschi (17,0%) e 25-29 anni per le donne (18,3%).

Nel 2012, tra gli stranieri, i rapporti eterosessuali rappresentavano la modalità di trasmissione più frequente: il 29,7% erano maschi eterosessuali e il 33,0% erano femmine eterosessuali. Gli MSM rappresentavano il 18,2% e gli IDU il 3,3% del totale delle nuove diagnosi di infezione da HIV in stranieri.

La percentuale di persone che arrivano alla diagnosi di Hiv in uno stato di salute compromesso, i cosiddetti Late presenter, inconsapevoli di avere il virus, continua ad aumentare. Nel 2012 erano il 56,8%, di cui 37,8% in Aids.

13 novembre 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy