Quotidiano on line
di informazione sanitaria
09 MAGGIO 2021
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Solo la Campania verso l’arancione dopo Pasqua. E sono ben 8 le Regioni che rischiano di restare in zona rossa fino al 20 aprile 

di Luciano Fassari

In Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle d’Aosta la proiezione del dato dell’incidenza settimanale supera ancora il limite dei 250 casi per 100 mila abitanti che vuole dire in automatico la permanenza in zona rossa. Per le Marche situazione al limite in attesa dei dati definitivi. Mentre Veneto, Pa Trento e Calabria sperano di poter tornare arancioni il 13 aprile.

01 APR - Si avvicina il venerdì del monitoraggio Covid che definisce i colori delle Regioni. Secondo le prime proiezioni del dato dell’incidenza settimanale per 100 mila abitanti la Campania dovrebbe confermare il dato della scorsa settimana e quindi dal 6 aprile dovrebbe tornare in arancione. Tutte le altre Regioni rosse lo rimarranno perlomeno fino al 13 aprile anche se come vedremo c'è chi rischia di permanere in zona rossa per più tempo.
 
Le proiezioni sull'incidenza settimanale segnalano come sopra la soglia di 250 casi, che fa scattare in automatico la zona rossa ci sono certamente Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle d’Aosta che molto probabilmente dovranno aspettare il 20 aprile prima di poter uscire dalla zona rossa.
 
Potrebbero invece farcela prima le Marche che sono di poco sotto la soglia. In questa caso sarà importante acquisire il dato definitivo di domani per capire con certezza se ci sono stati o meno dei progressi in positivo che potrebbero farle cambiare colore prima delle altre Regioni sopra soglia.

 
A sperare invece per un’uscita il 13 aprile sono il Veneto e la Pa di Trento che al momento hanno un’incidenza sotto i 250 casi per 100mila e potrebbero quindi registrare la prima settimana di dati da zona arancione (servono due settimane consecutive per cambiare zona). Da valutare poi c’è la Calabria, che ha una bassa incidenza ma la scorsa settimana era andata in zona rossa a causa di un alto indice Rt.

Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Molise, PA Bolzano, Sardegna, Sicilia e Umbria dovrebbero invece restare in arancione.
 
Luciano Fassari

01 aprile 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy