Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 07 MAGGIO 2021
Toscana
segui quotidianosanita.it

Vaccini Covid mRna. Anticorpi presenti nel 96% dei vaccinati dopo la prima dose e nel 99,5% a 30 giorni dalla seconda dose. Lo studio dell’Aou Senese

Risposte incoraggianti dalla somministrazione del vaccino Covid mRna. A dimostrarlo è uno studio dell’Aou Senese su un gruppo di operatori sanitari volontari vaccinati con le due dosi di mRNA. Riscontrata una correlazione tra risposta anticorpale e reattogenicità al vaccino, con un livello anticorpale più alto nei soggetti che hanno presentato più evidenti sintomi clinici.

15 APR - Sono incoraggianti i risultati preliminari relativi all’osservazione dell’efficacia della vaccinazione anti-Covid, registrati all’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. A dirlo lo studio denominato “Motive”, promosso dalle professoresse Maria Grazia Cusi, direttore della UOC Microbiologia e Virologia, e Monica Bocchia, direttore della UOC Ematologia dell’Aou Senese. Coinvolti circa 200 operatori sanitari volontari, 45 anni l’età media, vaccinati con le due dosi di vaccino a mRNA e nei quali è stata studiata la tolleranza al vaccino e la risposta anticorpale.

“La tolleranza del vaccino è stata complessivamente buona, riscontrando nella maggior parte dei casi solo sintomi locali in sede di vaccinazione e lievi sintomi generalizzati in circa un terzo dei soggetti – spiega la professoressa Maria Grazia Cusi -. Inoltre, è stata riscontrata una correlazione tra risposta anticorpale e reattogenicità al vaccino, con un livello anticorpale più alto nei soggetti che hanno presentato più evidenti sintomi clinici”.

In particolare, in un campione di 50 soggetti, il dosaggio degli anticorpi è stato effettuato anche prima della seconda dose di vaccino, documentando la presenza di anticorpi già nel 96% dei casi. Dieci giorni dopo la seconda dose di vaccino è stato osservato un consistente incremento del titolo anticorpale nel 100% dei soggetti vaccinati. Il controllo effettuato a 30 giorni dalla seconda dose ha mostrato un livellamento degli anticorpi, confermando la presenza di anticorpi protettivi, neutralizzanti il virus, nel 99,5% dei casi. I dati fin qui registrati confermano pertanto l’efficacia del vaccino contro il SARS-CoV-2.

“Abbiamo subito pensato – conclude la professoressa Monica Bocchia - che fosse importante valutare la risposta anticorpale alla vaccinazione proprio tra gli operatori sanitari che, di fatto, sono stati i primi soggetti a ricevere questo tipo di vaccino nella vita reale, e cioè al di fuori degli studi sperimentali registrativi. L’acronimo dello studio, “Motive”, racchiude in sé quello che speravamo e quello che questi dati ci dicono: i vaccini sono efficaci e per questo dobbiamo continuare a “motivare” tutta la popolazione a farli”.

15 aprile 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Toscana

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy