Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 29 GIUGNO 2022
Umbria
segui quotidianosanita.it

All’ospedale di Perugia screening audiologico gratuito per studenti

Appuntamento il 1° aprile, con una giornata di sensibilizzazione e un focus sulla prevenzione dei danni da rumore in età scolastica. L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che nelle nazioni industrializzate oltre il 50% delle persone di età compresa tra 12 e 35 anni ascolti musica a volumi che possono mettere a rischio il proprio sistema uditivo.

30 MAR - La Clinica Otorinolaringoiatrica dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, diretta dal professor Giampietro Ricci, in occasione della prima Giornata di sensibilizzazione dell’udito ha promosso una giornata di screening audiologico gratuito rivolto agli studenti. È in programma venerdì 1° aprile, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, e accoglierà, in un ambulatorio dedicato, i ragazzi in età scolare, sia portatori di difficoltà o disturbi uditivi di recente insorgenza oppure perché abitualmente esposti all’ascolto di musica ad elevati livelli di volume.

La manifestazione, alla quale ha aderito la Clinica Otorinolaringoiatrica, è organizzata dalla Società Italiana di Otorinolaringologia e Chirurgia Cervico-Facciale (SIOeChCF) insieme alla Società Italiana di Audiologia e Foniatria (SIAF) e a 23 Associazioni senza fini di lucro di persone con deficit uditivi e dei loro genitori o familiari.  

“L’ ipoacusia (perdita dell’udito) è una condizione molto comune e diffusa – spiega in una nota il prof. Ricci - ma le conseguenze di una sordità non trattata sono devastanti, mancato o ritardato sviluppo del linguaggio nel bambino, deficit cognitivi, difficoltà relazionali e lavorative, isolamento sociale, disturbi comportamentali”.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che nelle nazioni industrializzate oltre il 50% delle persone di età compresa tra 12 e 35 anni ascolta musica a volumi che possono mettere a rischio il proprio sistema uditivo. “Ascoltare musica per 15 minuti con un apparecchio audio ad una intensità di 100 dB – continua Ricci - vuol dire esporsi agli stessi danni che un lavoratore dell’industria subisce per una esposizione a 85 dB per 8 ore. È di fondamentale importanza imparare ad ascoltare in maniera sicura suoni e musiche sin dalla giovane età per proteggere l’udito da possibili danni”.

Per aderire allo screening, contattare il numero 0755783279. L’ambulatorio si trova al piano -1, blocco P.

30 marzo 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Umbria

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy