toggle menu
QS Edizioni - martedì 25 settembre 2018

Regioni e Asl - Emilia Romagna

Piacenza. Incontro in Regione: il nuovo ospedale si farà

immagine 29 maggio - Ieri il presidente della Regione Stefano Bonaccini insieme all’assessore alle Politiche per la salute Sergio Venturi ha incontrato i sindaci dell’Ufficio di presidenza della Conferenza territoriale sociale e sanitaria di Piacenza. “La Regione c’è ed è pronta a fare la propria parte per la sanità piacentina”
“La Regione c’è ed è pronta a fare la propria parte per la sanità piacentina, a partire dalla realizzazione del nuovo ospedale nel capoluogo emiliano. Su cui c’è la ferma intenzione di procedere rapidamente, unendo gli sforzi di tutte le istituzioni coinvolte, per definire con la massima trasparenza la sua collocazione e gli strumenti finanziari con cui realizzarlo, in aggiunta alle risorse necessarie che la Regione è pronta ad assicurare”.

Lo ha affermato il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini che, insieme all’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi, ieri ha incontrato i sindaci dell’Ufficio di presidenza della Conferenza territoriale sociale e sanitaria di Piacenza, guidati dalla presidente, Patrizia Calza.

L’incontro ha fatto seguito a quello della scorsa settimana tra l’assessore e il sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, nel corso del quale è stato discusso il documento sulla sanità piacentina presentato dalla Conferenza.

“Avevamo assicurato un incontro a breve con l’Ufficio di Presidenza della Conferenza per discutere delle eventuali criticità e trovare soluzioni condivise”, hanno chiarito Bonaccini e Venturi. “Oggi questo incontro è avvenuto all’insegna del dialogo e della massima collaborazione, presente e futura. Abbiamo nuovamente confermato l’impegno e la volontà di investire, e parliamo di risorse davvero consistenti, sulla sanità piacentina, sul personale, che già vanta professionisti eccellenti, e sulle strutture sanitarie, a partire dal nuovo ospedale. Un ospedale su cui è necessario muoversi rapidamente, valutando con la massima trasparenza e collaborazione tra le istituzioni coinvolte il luogo in cui sorgerà, trovando un accordo sugli strumenti finanziari necessari per realizzarlo e sulle modalità per riutilizzare nel migliore dei modi l’attuale struttura ospedaliera. La Regione- aggiungono- c’è ed è pronta a fare la propria parte: stiamo parlando di milioni di euro che mettiamo sul piatto proprio perché, come abbiamo sempre detto, consideriamo prioritari e irrinunciabili gli investimenti in sanità, sia per le infrastrutture sia per il personale, che peraltro vanta già professionisti di eccellenza. È necessario continuare a investire per fidelizzare i professionisti, rendendoli orgogliosi di lavorare nella sanità piacentina, e per migliorare ulteriormente l’attrattività e la qualificazione delle strutture ospedaliere e territoriali”. 

Nel corso della discussione è stata ribadita, da parte della Regione, la volontà di concretizzare ulteriori obiettivi, a partire dal Centro paralimpico di Villanova, che potrebbe diventare un punto di riferimento per il nord Italia e anche a livello nazionale. È stato concordato con l‘Ufficio di presidenza di sviluppare una valutazione congiunta sugli ulteriori investimenti necessari per l’area piacentina, che potranno essere realizzati in parte con finanziamenti aziendali e in parte con finanziamenti aggiuntivi regionali.

“Vogliamo avviare una collaborazione concreta e proficua, per muoverci rapidamente assieme al territorio con il comune obiettivo di dare ai cittadini servizi sempre migliori e garanzie ai professionisti che ci lavorano, fermo restando il fatto che già partiamo da una sanità di altissimo livello. Lavoreremo insieme sugli obiettivi che ci siamo posti”, hanno concluso.
29 maggio 2018
© QS Edizioni - Riproduzione riservata