toggle menu
QS Edizioni - giovedì 14 novembre 2019

Regioni e Asl - Puglia

Aggressioni al personale Omceo Bari incontra il Prefetto. Anelli: “Grande disponibilità a collaborare”

immagine 18 ottobre - Il presidente Anelli ha evidenziato come gli Ordini siano da tempo impegnati per garantire la sicurezza dei medici, ma la situazione resta critica. “In piena condivisione con quanto emerso dall'incontro, restiamo in attesa di ulteriori sviluppi rispetto alle concrete misure organizzative che la Regione, quale Ente responsabile del SSR e che verrà interessata dal Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, vorrà adottare, ha detto il presidente Omceo Bari.
I rappresentanti dell’Ordine dei medici di Bari hanno partecipato ieri alla riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto, Marilisa Magno. All’ordine del giorno dell’incontro l’analisi del fenomeno delle aggressioni ai medici.

I medici hanno sottolineato come l’Omceo di Bari e la Federazione nazionale degli Ordini dei medici siano da tempo impegnati in una battaglia volta a garantire la sicurezza dei medici sul posto di lavoro, che è presupposto indispensabile per svolgere bene l’attività professionale e garantire, quindi, le migliori cure ai cittadini.

Ad oggi, ha infatti spiegato l’Omceo, “nonostante i quasi quotidiani episodi di violenza, le attività previste dalla Raccomandazione del Ministero della Salute n. 8/2007 “Raccomandazione per prevenire gli atti di violenza a danno degli operatori sanitari”, sono rimaste largamente inattuate a cominciare da una operazione preliminare, come la rilevazione delle misure di prevenzione e contrasto esistenti, somministrando un semplice questionario che in altre regioni, come ad esempio la Toscana, è già in uso".

“Ringrazio il Prefetto e i vertici della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza per avere accolto la richiesta dell'Ordine di partecipare alla seduta e soprattutto per la grande disponibilità a collaborare e per l’attenzione dimostrata nei confronti della classe medica, sempre più frequentemente interessata da episodi di intolleranza ed aggressione”, ha dichiarato Filippo Anelli, Presidente dell’Ordine dei medici di Bari, a conclusione dell’incontro.

“In piena condivisione con quanto emerso dall’incontro - ha concluso Anelli -, restiamo in attesa di ulteriori sviluppi rispetto alle concrete misure organizzative che la Regione, quale Ente responsabile del SSR e che verrà interessata dal Comitato, vorrà adottare per garantire la sicurezza dei presidi e delle sedi”.
18 ottobre 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata