toggle menu
QS Edizioni - lunedì 18 ottobre 2021

Cronache

Senior Italia FederAnziani ai no vax: “Da pericolosi bugiardi vi siete trasformati in criminali”

immagine 1 settembre - Dura lettera aperta della Federazione della Terza età ai contrari alle vaccinazioni dopo gli episodi di violenza contro medici, giornalisti e politici: “Quello che preoccupa non è più soltanto la circolazione di notizie false diffuse con lo scopo di minare la credibilità dei vaccini, unica risorsa finora in nostro possesso per salvare vite umane e poter sperare di tornare alla normalità, ma è l’utilizzo da parte vostra di canali social più o meno occulti per far partire gravissime minacce alle istituzioni, ai medici, ai giornalisti”.
Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta ai No Vax di Senior Italia Federanziani:
 
Cari estremisti no vax, vi siete accorti che in Italia dall’inizio della pandemia a causa del Covid sono morte 129mila persone, in Europa 1.269.000 e nel mondo 4,5 milioni? Probabilmente no, altrimenti ci sarebbe da restare basiti per la vostra ostinazione. Ma forse non c’è troppo da stupirsi visto che la vostra ignoranza in materia non vi permette di leggere e comprendere i risultati degli studi medico scientifici che trattano il Covid, mentre la vostra arroganza vi suggerisce il contrario e quindi vi spinge a parlare di una materia che non conoscete.
 
In ogni caso non possiamo restare indifferenti davanti ai gravissimi fatti di queste ore che vi vedono protagonisti, davanti alle aggressioni, alle minacce, ai blitz per bloccare i trasporti dell’intero paese. Non paghi di aver inondato il web di pericolose bugie e assurde teorie complottiste per demolire le istituzioni e il mondo medico, proprio quando il nostro paese assisteva quotidianamente alla drammatica perdita di centinaia di vite umane e mentre gli operatori sanitari rischiavano la vita in corsia per aiutare le persone colpite dal Covid, ora ricorrete a vere proprie tattiche criminali e terroristiche per far passare il vostro folle pensiero.
 
Quello che preoccupa non è più soltanto la circolazione di notizie false diffuse con lo scopo di minare la credibilità dei vaccini, unica risorsa finora in nostro possesso per salvare vite umane e poter sperare di tornare alla normalità, ma è l’utilizzo da parte vostra di canali social più o meno occulti per far partire gravissime minacce alle istituzioni, ai medici, ai giornalisti. Invocando aggressioni e violenza, diffondendo gli indirizzi di casa delle persone considerate un bersaglio da battere, vi comportate proprio come i terroristi negli anni di piombo. Abbiamo parlato di “estremisti” perché ovviamente gli estremisti sono solo una parte del vasto popolo no vax. Agli altri, a coloro che manifesteranno pacificamente in queste ore contro il green pass diciamo: svegliatevi! Siete ancora in tempo.
 
Oppure dovete aspettare che tocchi a voi o a una persona a voi cara per ravvedervi? Dovete forse vedere vostra madre, vostro padre, un nonno, una sorella o un fratello in terapia intensiva o persino all’obitorio per capire che il Covid è la vera minaccia e che le misure di sicurezza sono fatte per proteggere tutti noi? Quanti di quelli che hanno aderito alle vostre idee le hanno dovute abbandonare facendone le spese in prima persona? Dobbiamo credere che sia giusta allora la provocazione di chi vorrebbe negarvi le cure gratuite nel caso in cui vi contagiaste. E per rincarare la dose potremmo chiedere al Governo di conteggiare i costi per il procurato allarme, per il corposo dispiegamento di forze dell’ordine necessario in queste ore, per l’aumento delle scorte a medici e ministri minacciati, e addebitarvi in quota parte i costi visto che il Paese non può permettersi in questo momento di pagare per la vostra irresponsabilità.
Dovreste andare a vivere su un’isola deserta, dove non avreste bisogno di confrontarvi con la scienza, perché gli italiani invece hanno voglia di vivere, di progredire, vogliono proteggere gli anziani e i figli e i nipoti e ridare respiro all’economia, non certo guardarvi distruggere il futuro della nostra nazione.
Infine gli oltre 4 milioni di aderenti a Senior Italia FederAnziani esprimono solidarietà a tutti coloro, medici, politici, giornalisti, che hanno subito le vostre ignoranti e vergognose minacce e intimidazioni.
 
Senior Italia Federanziani
1 settembre 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata