toggle menu
QS Edizioni - domenica 16 giugno 2024

Lettere al Direttore - Lazio

La salute e la sicurezza dei lavoratori non è solo un adempimento normativo

di Giuseppe Quintavalle

Gentile Direttore,
la Direzione Strategica del Policlinico Tor Vergata, con la sua visione lungimirante attua negli ultimi anni una leadership particolarmente focalizzata sui temi che riguardano la persona, la sua cura e il suo benessere.

Recentemente si è ampliato il concetto estendendo il focus sugli aspetti della salute e sicurezza delle persone che lavorano nel Policlinico intese come vero e proprio Capitale Umano su cui puntare ed investire in termini di salute e sicurezza.

In questa prospettiva il Servizio di Prevenzione e Protezione del PTV, sotto la gestione del nuovo Dirigente Responsabile Dr. Fabio Canini, nell’ultimo semestre, - tempi decisamente record, che sfatano il mito di una PA lenta e polverosa- ha subito una vera e propria trasformazione in dinamicità e attuazione di azioni propositive ed innovative che, oltre che dare piena attuazione al D. Lgs n. 81/2008 si caratterizzano come reale investimento sulla salute e sicurezza delle risorse umane del Policlinico intese come vero e proprio capitale su cui investire.

La strategia è rendere concreta la tutela della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro in un ambito come quello sanitario fortemente segnato dagli eventi pandemici e soprattutto il presupposto di considerare il Servizio di Prevenzione e Protezione come sostegno imprescindibile del datore di lavoro nel diffondere una nuova cultura sulla sicurezza e salute delle persone che lavorano.

Per realizzare un obiettivo così ambizioso la Direzione Strategica ha dato piena fiducia al Dirigente che è riuscito a porre in essere una serie di azioni positive che ci permettono di considerare oggi la realtà del Policlinico di Tor Vergata in merito alla sicurezza sul lavoro un modello a livello nazionale.

In primo luogo si è sentita la necessità di creare un team costituito da molteplici e diversificate professionalità, sia tecniche che cliniche e proprio grazie alla compenetrazione e partecipazione attiva delle diverse esperienze si è generata una maggiore potenzialità di azione su vari fronti accogliendo così i diversi focus della salute e sicurezza sul lavoro in un Policlinico.

Ad oggi il gruppo che opera all'interno del SPP è costituito da 6 professionalità che sono state designate, ex art 31, c. 1 D. Lgs 81/08, con deliberazione del Direttore Generale: Addetti alla prevenzione e protezione, coordinati dal Responsabile SPP che considera come sua linea guida proprio la condivisione degli obiettivi nel Gruppo, come modus operandi teso al fine ultimo di tutelare la salute dei lavoratori cogliendone i vari aspetti.

Una prima riorganizzazione ha riguardato sicuramente l'aspetto logistico, creando un accorpamento degli uffici all'interno del Policlinico e individuando quindi un punto di riferimento per tutti i lavoratori che necessitino di un contatto diretto con il Servizio di Prevenzione e Protezione.

In secondo luogo è stata individuata dalla Direzione strategica un’ Aula Didattica dedicata all’SPP per poter valorizzare le azioni propositive in ambito di informazione e formazione su tutti i vari aspetti relativi alla sicurezza e salute dei lavoratori, in costante evoluzione: normativi, tecnici e clinici.

Quest'aula diventerà nell'idea del Responsabile del SPP un punto di incontro nel quale poter erogare una formazione continua con workshop periodici ma soprattutto lo strumento per diffondere tra le varie strutture del Policlinico e tra tutte le persone che vi operano, la cultura della salute e sicurezza sul lavoro, coinvolgendo tutte le figure previste dalla normativa quali il Medico del Lavoro, il Medico Autorizzato, i Preposti, i Dirigenti, i Dirigenti Delegati, i lavoratori e non ultimo l'Esperto qualificato della radioprotezione.

Il PTV in quanto Policlinico Universitario non può non dedicare in tutti i suoi diversi ambiti una particolare attenzione alla Didattica che rappresenta insieme all’Assistenza e alla Ricerca uno dei suoi pilastri fondativi e genera il legame imprescindibile con l’Università di Tor Vergata di cui rappresenta la sede elettiva.

Proprio con l’SPP dell’Università Tor Vergata si è quindi riallacciato un proficuo contatto e per la realizzazione di monitoraggi ambientali e soprattutto per un maggiore focus sugli operatori presenti all'interno del Policlinico di appartenenza strettamente universitaria come i medici in formazione specialistica e gli studenti.

Come dire: fare rete tra strutture interne ed esterne è la strategia per condividere azioni, propositi, buone prassi e dati da cui progettare azioni di miglioramento.

Proprio sui dati e sulla fondamentale necessità di veloce trasmissione e condivisione che è stato acquistato un gestionale per permettere di interloquire con la UOSD della Medicina del lavoro e con le altre Strutture ritenute attori imprescindibili nei processi legati alla tutela e promozione della salute e sicurezza sul lavoro.

Non si può concludere senza menzionare l’aggiornamento del “Programma di prevenzione e gestione del Rischio di atti di aggressione e violenza a danno del personale del Policlinico”.

Conseguentemente Il Responsabile del SPP operando come longa manu della Direzione Strategica ha progettato ed attuato il c.d. Punto di Informazione e Orientamento del PS del Policlinico, che rappresenta un primo desk di riferimento per l’utenza e insieme al Punto di Polizia che è stato contestualmente posto in posizione maggiormente strategica, è anche una prima azione propositiva nella prevenzione dei suddetti atti di aggressione o violenza.

In questa direzione si investe al meglio sul Capitale Umano del Policlinico e sulla sua salute e sicurezza in ambito lavorativo.

Giuseppe Quintavalle
Direttore Generale Policlinico di Tor Vergata

31 marzo 2023
© QS Edizioni - Riproduzione riservata