toggle menu
QS Edizioni - lunedì 20 maggio 2024

Regioni e Asl - Sardegna

Sardegna. Ecco la Giunta, Armando Bartolazzi nuovo assessore alla Salute

di Elisabetta Caredda
immagine 9 aprile - Comincia oggi la XVII legislatura del Consiglio regionale della Sardegna, giurano anche gli assessori. Alla Salute il medico oncologo e patologo, non sardo, già sottosegretario alla Salute del Governo Conte 1. Todde: “Era importante pensare ad una persona che esprimesse competenza ed estrema professionalità, fuori anche dalle logiche che abbiamo in Sardegna. Una persona fresca, con esperienza politica ma un curriculum che si fa riconoscere, e che possa dare una visione nuova di professionalità, che serve per dare risposte ai sardi”.
E’ cominciata oggi ufficialmente la XVII legislatura del Consiglio regionale della Sardegna, dopo le elezioni regionali del 25 febbraio scorso che hanno portato alla vittoria la neo presidente della Regione, Alessandra Todde.

Nel corso della seduta, all’ordine del giorno prevista la costituzione dell’Ufficio di Presidenza provvisorio, le comunicazioni del Presidente provvisorio del Consiglio regionale, l’On. Lorenzo Cozzolino (PSI), il giuramento dei Consiglieri regionali, le comunicazioni del Presidente della Regione e il giuramento degli assessori regionali, l’elezione del Presidente del Consiglio regionale. Incarico, questo ultimo, affidato a Giampiero Comandini (Pd).

Le ultime trattative sulla nuova Giunta sono state svolte nella giornata di ieri presso la sede elettorale di via Sonnino a Cagliari, dove la neo governatrice ha incontrato le delegazioni del Campo Largo. Le scelte sui dodici nomi degli assessori che oggi sono giunti in Aula per il giuramento sono frutto di un accordo condiviso dall’intera coalizione.

All'assessorato all’Agricoltura andrà il rieletto consigliere regionale di Sassari Gianfranco Satta (Progressisti), che è stato per 15 anni Sindaco di Tergu, all’assessorato degli Affari generali la lista "Uniti con Alessandra Todde" ha indicato Maria Elena Motzo, funzionaria pubblica e assessora a Bolotana. In quota alla Presidente, per gli Enti locali e urbanistica la scelta è andata su Francesco Spanedda, architetto e docente universitario dell’università di Sassari, mentre per i Trasporti la delega è assegnata a Barbara Manca, ingegnera e attuale assessora alla Mobilità a Quartu Sant'Elena.

All’assessorato al Turismo è stato designato l'ex sindaco di Castelsardo e presidente della rete dei porti Franco Cuccureddu (Orizzonte comune). Alla forza di coalizione Alleanza Verdi Sinistra sono stati assegnati i Lavori pubblici con il consigliere Antonio Piu, anch’egli rieletto, ed a Sinistra Futura è andata la casella della Pubblica istruzione e Cultura con la funzionaria regionale dello stesso assessorato, Ilaria Portas.

In quota M5S vi sarà Armando Bartolazzi alla guida dell’assessorato dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, medico oncologo e patologo presso l'Azienda ospedaliero-universitaria Sant’Andrea di Roma, già sottosegretario alla Salute nel Governo Conte 1, nonché la consigliera Desirè Manca all’assessorato del Lavoro e formazione professionale, rieletta alle ultime regionali con oltre 8mila preferenze, la più votata. Dopo il diploma ha maturato esperienza come impiegata e successivamente come direttore tecnico in aziende specializzate nei servizi di assistenza alla persona.

Infine, il PD ha indicato un altro consigliere, Giuseppe Meloni (rieletto con quasi 7mila voti), per la delega al Bilancio e alla Programmazione e sarà anche vicepresidente della Regione; ancora, Rosanna Laconi, dirigente medico del pronto soccorso del Policlinico di Monserrato e già Sindaca di Dolianova, che presiederà l'assessorato dell’Ambiente, e in ultimo l'ex segretario Dem ed ex deputato Emanuele Cani come assessore all'Industria.

“E' nata la Giunta che si esprimerà nei prossimi mesi, nei prossimi anni, – ha dichiarato la pesidente della Regione, Alessandra Todde -, per dare le risposte che i sardi stanno aspettando da tanto tempo. Abbiamo privilegiato la presenza delle donne, in Giunta ce ne saranno ben cinque, con me sei. Quindi comunque sarà una Giunta che avrà dei numeri femminili importanti. Abbiamo, per quanto è possibile, cercato di rappresentare i territori, anche se purtroppo alcuni territori non risultano rappresentati, però abbiamo esteso il confine rispetto a quello classico di Cagliari - Sassari. Abbiamo cercato di premiare quelle che erano le competenze non solo tecniche ma anche politiche e amministrative. Questi criteri sono stati rispettati rispetto ai nomi che sono emersi”.

“Lavorerò per coordinare quelle che sono le diverse priorità che sono atterrate sul mio tavolo in queste settimane – prosegue la governatrice - e che chiaramente sono importanti. Sicuramente vi sarà un provvedimento sulla Sanità importante, della presentazione di quello che abbiamo portato all'interno del programma, un nuovo modello sanitario, no con una riforma, ma con un modo diverso di lavorare, questo sicuramente”.

I consiglieri entrati a far parte nell'esecutivo sono cinque. Todde ha spiegato in proposito che era bene tener conto anche del numero legale delle commissioni e garantire l'operatività del Consiglio, per questo motivo è stato dato un limite al numero dei consiglieri eletti da designare poi come assessori.

Sulla scelta dell’assessore tecnico alla Sanità, non sardo, la neo governatrice puntualizza concludendo: “Era importante pensare ad una persona che esprime competenza ed estrema professionalità, e che è fuori anche dalle logiche che noi abbiamo qui in Sardegna, e per me essere fuori dalle logiche è un valore aggiunto. Quindi una persona fresca, competente, con esperienza politica ma anche con un curriculum che si fa riconoscere, e che possa dare una visione nuova di professionalità che a noi serve per dare risposte ai sardi”.

Elisabetta Caredda


9 aprile 2024
© QS Edizioni - Riproduzione riservata