toggle menu
QS Edizioni - sabato 23 ottobre 2021

Regioni e Asl - Sicilia

In Sicilia tre nuovi cantieri per potenziare ospedali

immagine 23 luglio - Al “Gravina” di Caltagirone 16 posti letto di terapia sub intensiva, di cui otto predisposti per essere trasformati in intensiva; prevista anche la totale ristrutturazione del Ps. Al Ciss di Enna interventi di trasformazione in un Centro di recupero per i post-covizzati: 8 posti di terapia sub intensiva. Infine un nuovo complesso radiologico al “Civico” di Palermo, previsto anche uno spogliatoio.
La Struttura commissariale guidata dal presidente della Regione Nello Musumeci e diretta da Tuccio D’Urso ha previsto altre tre cantieri in Sicilia per potenziare la rete ospedaliera.

A Caltagirone, in provincia di Catania, all’ospedale Gravina verranno realizzati 16 posti letto di terapia sub intensiva, di cui otto predisposti per essere trasformati, all’occorrenza, in intensiva. Prevista, inoltre, la totale ristrutturazione del Pronto soccorso, con la separazione del percorso dei portatori di malattie trasmissibili dagli altri ricoverati.

Al Ciss di Enna si completeranno, invece, gli interventi di trasformazione di quel complesso in un Centro di recupero per i post-covizzati: otto posti di terapia sub intensiva, necessari a potere assistere i pazienti più gravi.

Il terzo contratto è relativo al completamento del pronto soccorso dell’ospedale Civico di Palermo, dove è in fase di ultimazione il primo lotto. I lavori consistono in un nuovo complesso radiologico dedicato ai portatori di patologie trasmissibili e in uno spogliatoio del personale medico e infermieristico, affinché i cambi d'abito avvengano in assoluta sicurezza.
23 luglio 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata