Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 16 OTTOBRE 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Vaccini. Anche la Germania sta pensando all’obbligo. Ricciardi: “Italia sta facendo scuola”

Dopo la Francia, anche la Germania sembra pronta a seguire l’Italia per l’introduzione dell’obbligo vaccinale. Il ministro della Salute tedesco Jens Spahn ha infatti dichiarato di voler aprire un dibattito e auspica misure d’urgenza per fronteggiare l'aumento dei casi di morbillo. Ricciardi: “L’esempio italiano fa scuola”.

26 MAR - La Germania sta pensando di introdurre l'obbligo vaccinale per i bambini, sull'onda di quanto fatto in Italia e in Francia rispettivamente nel 2017 e nel 2018. A confermare le notizie che stanno comparendo in questi giorni sulla stampa tedesca circa le intenzioni del governo sul tema, le parole dell'ex presidente dell'Istituto superiore di sanità, Walter Ricciardi, che abbiamo sentito: "I colleghi del Ministero della salute tedesco mi hanno detto che ieri il ministro Jens Spahn ha dichiarato di voler prendere in seria considerazione l'apertura di un dibattito per rendere obbligatori i vaccini".
 
"Seguendo l'esempio italiano della legge Lorenzin del 2017 e della Francia, che nel 2018 ha reso obbligatori 11 vaccini - spiega Ricciardi -, la Germania aveva già approvato il Prevention Act, che rende obbligatorio il counseling ai genitori che decidono di non far vaccinare i loro figli. Nel caso questi non si dovessere presentare agli incontri, è prevista una multa di 2.500 euro".
 
"Nonostante ciò - ha aggiunto Ricciardi -, i tassi di vaccinazione in Germania raggiungono livelli anche più alti di quelli italiani. Ma la recente comparsa di 100 casi di morbillo ha probabilmente spinto il ministro ad auspicare misure d'urgenza per introdurre l'obbligo".

 
Secondo l'Organizzazione mondiale della Sanità, nel 2018 i casi di morbillo in Europa sono stati più di 82mila, con 72 decessi: tre volte di più rispetto al 2017 e 15 volte di più rispetto al 2016. Negli Stati Uniti, dall'inizio del 2019, i casi sono già il 72% rispetto al totale del 2018.
 
A testimonianza di come molti paesi stiano seguendo il modello italiano, il 20 marzo il Financial Times ha pubblicato un articolo dal titolo "Italian lesson on how to fight anti-vax movement" (La lezione italiana su come combattere il movimento no-vax). "In qusto momento l'esempio italiano sta facendo scuola - ha concluso Ricciardi -. L'approccio da noi seguito sta cambiando l'attitudine dei governi degli altri paesi".
 
Paola Porciello

26 marzo 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy