QS EDIZIONI
17 GENNNAIO 2021
<strong>Monitoraggio Covid
Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Valle d’Aosta virano verso l’arancione e vanno ad unirsi a Veneto, Calabria ed Emilia Romagna. La Lombardia e la Sicilia da arancione passano a rosso e la Pa di Bolzano vi entra direttamente. Sale l’Rt nazionale per la quinta settimana consecutiva e anche l'indicenza. Il Ministro Speranza a breve firmerà le ordinanze che entreranno in vigore da domenica 17 gennaio. IL REPORT di Luciano Fassari Leggi...

spacer Ma Lombardia e Bolzano annunciano ricorso. Boccia e Speranza: "Ordinanze vanno rispettate"  
Covid
Rezza ha poi spiegato che prossimamente verranno coinvolti anche gli over 80 nella campagna vaccinale, mentre per i pazienti con più patologie si stanno valutando "stime variabili a seconda delle fonti che si prendono in considerazione, dallo studio Passi all'Istat. Queste persone avranno una priorità. Poi andranno tenute in considerazione altre categorie professionali. Su questo c'è già un documento pronto che valuta anche la loro numerosità. Sulla base della disponibilità di vaccini andrà valutata l'opportunità di iniziare da una o dall'altra categoria". Leggi...

Covid, Conte e Speranza firmano il nuovo Dpcm
Le scuole ripartono il 18 gennaio con didattica in presenza da un minimo del 50% ad un massimo del 75%. Aperti i musei. Confermata la nuova stretta sui criteri d’ingresso nelle zone arancioni e rosse e definite le misure per le zone bianche. Stop all’asporto dalle 18 per bar e locali. Confermato anche il coprifuoco dalle 22 alle 5 e il divieto di spostamento tra Regioni fino al 15 febbraio. IL TESTO Leggi...

Covid
"L'Iss ha precisato che i dati risentono di possibili ritardi nella comunicazione a cura di Asl, laboratori o comuni stessi, per i casi di decesso, in particolare quelli che avvengono a domicilio. Tali evenienze possono comportare oscillazioni giornaliere. Ma i dati riportati al flusso aggregato sono nel complesso sostanzialmente affidabili, specialmente quando valutati a livello nazionale e regionale, per il monitoraggio quotidiano dell'andamento, anche tenuto conto dei limiti". Così la sottosegretaria Zampa rispondendo all'interrogazione di Marattin (IV). Leggi...

Crisi di Governo
Due giorni di fuoco per il premier che ieri ha deciso la via della parlamentarizzazione della crisi aperta da Renzi. Prima il discorso, poi il dibattito e poi il voto di fiducia. Ci saranno i numeri per blindare il Conte II? La caccia ai “costruttori-responsabili” per sostituire la pattuglia di Italia Viva è in pieno svolgimento. Leggi...

Covid
"Dando esecuzione al terzo comma della Ordinanza della Protezione civile n. 691 del 2020, la comunità scientifica può ricevere dati attraverso un flusso di comunicazione in forma aggregata o anche in forma individuale con la sola misura di sicurezza tecnica, la pseudo pseudonimizzazione". A chiarirlo è stata la sottosegretaria alla Salute Zampa, rispondendo oggi alla Camera all'interrogazione presentata da Quartapelle (PD). Leggi...

Covid
Dopo il decreto legge approvato ieri dal Cdm a breve dovrebbe arrivare anche il via libera al Dpcm che contiene le misure di restrizione specifiche che sostituiranno quelle in scadenza il 15 gennaio. Confermata la nuova stretta sui criteri d’ingresso nelle zone arancioni e rosse e definite le misure per le zone bianche. Stop all’asporto dalle 18 per bar e locali. Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5 e il divieto di spostamento tra Regioni fino al 15 febbraio. di L.F. Leggi...

Covid
Ieri sera il primo Consiglio dei ministri senza le ministre di Italia Viva. Prorogato lo stato di emergenza fino al 30 aprile e via libera al nuovo decreto Covid che istituisce una “area bianca” per le Regioni con uno scenario di “tipo 1”, un livello di rischio “basso” e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti. In questa area le misure restrittive saranno quasi del tutto annullate. Resta il limite di due persone per visite a parenti e amici e il divieto di spostamento tra Regioni fino al 15 febbraio. IL TESTO IN GAZZETTA. Leggi...

Covid
Lo ha detto oggi il Commissario straordinario. Con il via libera da parte dell'Ema al vaccino di AstraZeneca, atteso entro il 29 gennaio, "potremo vaccinare 50 milioni di italiani entro l'anno e 9 milioni entro il primo trimestre". Per gli over 60 la chiamata potrebbe scattare nei prossimi mesi dopo gli over 80 e i lavoratori della scuola e di altri servizi essenziali. Nella seconda fase pronti a scendere in campo i primi 1.500 medici e infermieri del bando, poi i medici di famiglia, i pediatri e le farmacie. Leggi...

Covid
È quanto emerso dall’incontro tra Governo, Regioni e Commissario straordinario. Le dosi saranno distribuite secondo la popolazione di ogni Regione. Si lavora poi anche al coinvolgimento della medicina generale in vista del possibile arrivo in primo luogo del vaccino di AstraZeneca se Ema lo dovesse autorizzare come previsto a fine mese. E quindi probabilmente da marzo potrebbe partire la fase 3 con la somministrazione per gli over 60, persone con comorbidità e personale scolastico più a rischio. di L.F. Leggi...

Crisi di Governo
Il presidente del Consiglio è salito al Quirinale. Il Capo dello Stato ha firmato il decreto di accettazione delle dimissioni di Bellanova, Bonetti e Scalfarotto. Il premier ha manifestato la sua volontà “di promuovere in Parlamento l’indispensabile chiarimento politico mediante comunicazioni da rendere dinanzi alle Camere”. Leggi...

Covid
Il ciclo vaccinale comprende due dosi (da 0,5 mL ciascuna) a distanza di 28 giorni l’una dall’altra. I soggetti vaccinati potrebbero non essere completamente protetti fino a 14 giorni dopo aver ricevuto la seconda dose. Il vaccino è controindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati nel riassunto delle caratteristiche del prodotto. Un flaconcino di vaccino Moderna contiene 10 dosi da 0,5 mL. LA CIRCOLARE, CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO, MODULO CONSENSO PFIZER, MODULO CONSENSO MODERNA Leggi...

Covid
Sono queste le principali novità contenute nel provvedimento che dovrebbe essere approvato stasera dal Consiglio dei Ministri. Previsto anche l'ingresso in zona arancione se Regione è a rischio alto anche se Rt è inferiore a 1. Per gli spostamenti deroga per i piccoli comuni e all’interno della Regioni ci potrà spostare, come durante le feste natalizie, al massimo in due persone. Al decreto si affiancherà poi un nuovo Dpcm con le misure di dettaglio che entreranno in vigore dal 16 gennaio alla scadenza del vecchio Dpcm. LA BOZZA di L.F. Leggi...

Speranza alla Camera: &ldquo
Stop alla mobilità tra Regioni, anche se di area gialla. Verrà poi vietato l'asporto per i bar dopo le ore 18 al fine di evitare possibili assembramenti. Confermata anche l'indiscrezione circolata nei giorni scorsi circa l'istituzione di un'area, bianca, solo con incidenza sotto i 50 casi ogni 100mila abitanti, Rt sotto a 1 e una classificazione di rischio bassa. Queste le misure che confluiranno nel prossimo Dpcm all'esame del Governo e che entrerà in vigore dal prossimo 16 gennaio. Chiesta la proroga dello stato di emergenza al 30 aprile. Leggi...

Crisi di Governo
C'era grande attesa e tensione per quanto avrebbe detto il leader di Italia Viva che aveva dato appuntamento ai giornalisti alle 18.00. E la notizia arriva: la delegazione al Governo di Italia Viva se ne va. Fino a pochi minuti prima si erano intrecciate voci e indiscrezioni su possibili ricuciture che a questo punto sembrano fallite. Rivedi qui la conferenza stampa con Teresa Bellanova, Elena Bonetti, Ivan Scalfarotto e Matteo Renzi. Leggi...

Recovery Plan
Le due ministre di Italia Viva hanno contestato la mancata presa in considerazione del Mes Sanità e alla fine si sono astenute ma senza rimettere il loro incarico. Se Italia Viva uscirà o meno dalla maggioranza lo si saprà probabilmente solo nel pomeriggio quando è attesa una conferenza stampa di Matteo Renzi. Ora il Piano europeo va in Parlamento per le valutazioni delle due Camere. Per la sanità quasi 20 miliardi di investimenti per il rilancio e l'ammodernamnto del Ssn, dal territorio all'ospedale. IL PIANO. Leggi...

spacer M5S: “Telemedicina e medicina territoriale sono futuro della sanità”  
Covid
Da Speranza a Salvini, da Tajani a Renzi. Ma anche presidenti di Regione e assessori alla sanità. Fino a chi lavora sul campo, negli ospedali, in prima linea contro il virus. L'appello al Governo per fare in fretta nel coinvolgimento delle farmacie nella campagna vaccinale contro il Covid è unanime. La misura, per essere operativa, necessita solo della stipula di specifici accordi con le organizzazioni sindacali rappresentative delle farmacie. Leggi...

Edilizia sanitaria
Le risorse dovranno essere utilizzate per l’adeguamento alla normativa di prevenzione incendi, l’adeguamento sismico delle strutture sanitarie e l’ammodernamento tecnologico. IL TESTO di L.F. Leggi...

<strong>Recovery Plan
Alle 21,30 di questa sera la riunione del Governo per esame e approvazione del piano di investimenti da sottoporre al Parlamento. Per il comparto sanitario si punta sullo sviluppo dell’assistenza territoriale sociosanitaria e la telemedicina con 7,9 miliardi di investimenti per rilanciare quello che è considerato l'anello più debole del sistema. E poi digitalizzazione, ammodernamento tecnologico e nuovi ospedali moderni e sicuri per un totale di 11,8 miliardi. IL PIANO, I FINANZIAMENTI PER "MISSIONE" di Luciano Fassari Leggi...

Vaccino Covid
A precisarlo in audizione di fronte alla Commissione Salute del Parlamento europeo, Sandra Gallina, principale negoziatore dell'UE sui contratti di vaccino. A partire dalla prossima settimana, sarà disponibile una piattaforma dedicata in cui gli Stati membri possono segnalare, due volte a settimana, il numero di vaccini ricevuti e utilizzati. I deputati chiedono maggiore chiarezza e trasparenza per quanto riguarda i contratti sui vaccini, nonché il processo decisionale europeo. Leggi...

Covid
Dal Comitato scientifico indicazione al Governo in vista della scadenza del 31 gennaio. Raccomandato inoltre che i mondiali di sci di Cortina si svolgano a porte chiuse. Leggi...

Responsabilità
Il provvedimento, fermo da oltre un anno al Mise, sarà esaminato dalla Conferenza Stato Regioni il prossimo 18 gennaio. Per valorizzare il sistema di prevenzione del rischio sanitario e calmierare il premio si prevede un meccanismo bonus-malus. Prevista  l'inoperatività delle coperture in caso di assolvimento di un numero di crediti in materia di educazione continua inferiore al 70% dei crediti relativi al triennio formativo antecedente alla data di verificazione del danno. IL TESTO di Giovanni Rodriquez Leggi...

Varianti inglese e sudafricana
Le persone con un collegamento epidemiologico a casi con diagnosi di queste varianti Covid o con una storia di viaggio in aree in cui sia nota la presenza delle nuove varianti virali dovranno essere immediatamente identificate per testare e isolare i contatti esposti. Sorveglianza attiva dei viaggiatori provenienti dal Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord in quarantena, a prescindere dall’esito del test effettuato all’arrivo. Misura da estendere anche a tutti i viaggiatori provenienti da paesi in cui sia nota la presenza delle nuove varianti virali. LA CIRCOLARE Leggi...

Specialistica ambulatoriale
Via libera della Commissione Salute delle Regioni al Manuale RAO (Raggruppamenti di attesa omogenea) redatto da Agenas in cui sono stati aggiornati i criteri clinici per l’accesso appropriato e prioritario alle prestazioni specialistiche ambulatoriali. IL DOCUMENTO Leggi...

<strong>Pronto il nuovo Piano Pandemico 2021-2023
Pronto il documento elaborato dal Ministero della Salute che identifica tutte le azioni da intraprendere per non farsi travolgere da una nuova pandemia e anche le possibili risposte in tempo di epidemia (es. catena di comando, chi fa che cosa, misure di prevenzione e controllo, ecc.), nonché le azioni di monitoraggio dell’attuazione del piano stesso. LA BOZZA DEL NUOVO PIANO PANDEMICO di Luciano Fassari Leggi...

Covid
Sono alcune delle misure che dovrebbero entrare nei prossimi provvedimenti del Governo (si parla di un Dl e un Dpcm) a partire dal 16 gennaio e che sono emerse durante il confronto tra l’Esecutivo e gli Enti locali. Bocciata l’ipotesi di zona rossa automatica se incidenza è superiore a 250 casi x 100 mila abitanti. A breve accordo con i medici di famiglia per somministrazione vaccini. Regioni chiedono una voce univoca da parte del mondo scientifico criticando le eccessive uscite sui media dei tecnici. E 3 Regioni chiedono che tutta Italia sia posta in zona arancione. di L.F. Leggi...

Recovery Plan
Il Ministro annuncia l’arrivo domani del Piano per l’accesso alle risorse europee e conferma l’aumento delle risorse per il comparto rispetto alla prima bozza. Ai 18 mld si dovrebbero poi sommare altri 1,7 mld che saranno presi dai fondi del React Eu. Leggi...

Maggino (Benessere Italia): &ldquo
Per questo, spiega in una intervista a Quotidiano Sanità la responsabile della cabina di regia “Benessere Italia”, organo di supporto tecnico-scientifico al Presidente del Consiglio, è stato avviato un progetto che vede coinvolta l’Anci e 190 società scientifiche aderenti alla Fism. L’obiettivo, attraverso accordi quadro con le reti di comuni, è arrivare a rimodellare i servizi alla persona rimettendo al centro il benessere dei cittadini. di Ester Maragò Leggi...

Recovery Fund
"Non possiamo permetterci di sprecare questa opportunità e siamo soddisfatti di aver ottenuto un'accelerazione. Ora continuiamo in questa direzione per arrivare presto in Parlamento. In un momento delicato come questo, il nostro Paese ha bisogno di sicurezza e certezze e tutti noi abbiamo il dovere di lavorare per sfruttare al meglio questa occasione, lasciandoci alle spalle l’emergenza sanitaria e risollevare il Paese”. Così i parlamentari M5S della Commissione Affari Sociali. Leggi...

 
 
 
 
segui quotidianosanita.it
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy