Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 20 MAGGIO 2024
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Meloni-Schlein: nuovo duello sulla sanità. La premier: “Siamo quelli che hanno messo più risorse”. La Dem: “Tagliati 1,2 miliardi”


La premier, dal palco del comizio per la chiusura della campagna elettorale in Basilicata: “Non mi vengano a fare la morale sui soldi alla sanità”. La replica della segretaria del Pd: “I dati sono sotto gli occhi di tutti e il decreto Pnrr certifica un ulteriore taglio di 1,2 miliardi di euro alla sanità che tocca anche la messa in sicurezza degli ospedali”.

20 APR -

Nuovo botta e risposta a distanza fra Giorgia Meloni e Elly Schlein sulla sanità. La premier, dal palco del comizio per la chiusura della campagna elettorale in Basilicata, ha affermato: “Non mi vengano a fare la morale sui soldi alla sanità. La segretaria Pd Schlein ha detto che le tasse sono belle perché ci si paga la sanità. Noi siamo il governo che ha messo più soldi nella storia d'Italia sulla sanità: 134 miliardi di euro nel 2024. In rapporto al Pil la più alta percentuale di sempre 6,88%. Non credete alle fake news”.

La risposta della leader del Pd arriva poco dopo con una nota: “Meloni sui fondi alla sanità viene smentita dal suo stesso governo: nella legge di bilancio emerge chiaramente che la spesa sanitaria sul Pil sta scendendo fino a livelli precedenti alla pandemia. I dati sono sotto gli occhi di tutti e il decreto Pnrr certifica un ulteriore taglio di 1,2 miliardi di euro alla sanità che tocca anche la messa in sicurezza degli ospedali. E non è solo il partito democratico a denunciarlo ma le regioni stesse, anche quelle amministrate dalla destra: invece di cercare di nascondere evocando improbabili fake news, la presidente del Consiglio si faccia spiegare gli effetti delle sue disastrose riforme dai governatori del centro destra che, per voce di Fedriga, parlano apertamente di smantellamento del sistema sanitario nazionale”.

“Invece che fare propaganda - continua Schlein - Meloni metta più risorse e sblocchi il tetto alle assunzioni per evitare che i reparti si svuotino e le liste d'attesa continuino ad allungarsi. Meloni come suo solito butta la palla in tribuna e non è un caso che lo faccia a pochi giorni dalle elezioni e alla vigilia di una settimana parlamentare in cui l'autoproclamata patriota dovrà esaudire in silenzio i desideri secessionisti di Salvini e Calderoli”.



20 aprile 2024
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy