QS EDIZIONI
Mercoledì 16 OTTOBRE 2019
Le due 
La speranza è quella che la mozione cinquestelle sulla riforma del 118 diventi legge dello Stato e che le Regioni facciano velocemente altrettanto ad approvare i loro provvedimenti di dettaglio. Valutando in ciò l'opzione di riportare o meno l'organizzazione provinciale ad un livello dipartimentale riunendo gli stessi ad un uno interdipartimentale, sempreché gli stessi vengano a godere delle utili risorse autonome.  di Ettore Jorio e Riccardo Borselli Leggi...

Obesità
Otre la metà della popolazione è in sovrappeso in 34 dei 36 paesi OCSE e quasi una persona su quattro è obesa. I tassi medi di obesità negli adulti nei paesi dell'OCSE sono aumentati dal 21% nel 2010 al 24% nel 2016. Gli italiani vivono in media 2,7 anni in meno a causa del sovrappeso, che rappresenta il 9% della spesa sanitaria, superiore alla media degli altri paesi. I consigli all'Italia per prevenire entro il 2050 centinaia di migliaia di malattie non trasmissibili e risparmiare 278 milioni di euro l’anno di spesa sanitaria. IL RAPPORTO Leggi...

Trapianti di cellule staminali: Italia terza in Europa nel 2017, ma in leggero calo negli ultimi 4 anni
In testa il Lussemburgo seguito dalla Germania. Il dato è stato diffuso da Eurostat in occasione della Giornata europea della donazione e del trapianto di organi fissata il 12 ottobre. La media dei Paesi in cui è stato rilevato il dato è di 5,85 trapianti ogni 100mila abitanti: in Italia se ne sono fatti 8,5, in Germania 9,3 e in Lussemburgo 19,8, più del doppio che nel nostro paese. Leggi...

Digitalizzazione in sanità
Ripa di Meana: “Big data, Intelligenza artificiale, IoT ed anche applicazioni mobile per il personale medico possono davvero supportare l’attività dei medici e della ricerca e permettere una maggiore efficacia delle cure e della assistenza. Occorre, quindi, recuperare risorse da convogliare sui grandi progetti di frontiera, mettendo in campo incentivi e agevolazioni per gli investimenti per l’innovazione digitale”. Leggi...

<span style=
Lo studio, condotto in Ghana, Guinea, Myanmar e Nigeria, ha rilevato che 838 (42%) su 2.016 donne hanno subito abusi, stigmi o discriminazioni fisiche o verbali. Il 14% ha subito abusi fisici (schiaffi e pugni). RACCOMANDAZIONI OMS: CURE INTRAPARTUM PER UN'ESPERIENZA DI PARTO POSITIVA. Leggi...

La bioetica non è
La sentenza della Corte Costituzionale sul suicidio assisito ha riacceso il dibattito e la bioetica si è ripresentata con la solita pretesa di sempre: prescrivere ai medici, ai malati, alla società tutta, le proprie verità. Perché la bioetica non può tollerare né i discorsi sull’amorevolezza, né la posizione autonoma sulla sentenza della Corte assunta dal presidente della Fnomceo di Ivan Cavicchi Leggi...

<span style=
Il rapporto ha rilevato che l'invecchiamento della popolazione, il cambiamento degli stili di vita e un accesso limitato alla cura degli occhi, in particolare nei paesi a basso e medio reddito, sono tra i principali motori del crescente numero di persone che vivono con compromissione della vista. I costi del gap di copertura degli errori di rifrazione non curati e della cataratta a livello mondiale sono stimati in 14,3 miliardi di dollari USA. IL RAPPORTO. Leggi...

I medici come strumento per far fronte ai problemi dei cambiamenti climatici e dell&rsquo
Il progetto RIMSA prevede che le cartelle cliniche elettroniche dei medici di famiglia diventino parte integrante del sistema di sorveglianza epidemiologica. Questa nuova competenza aumenterà ulteriormente la credibilità l’autorevolezza dei medici di famiglia presso i pazienti e le istituzioni. Con questa prospettiva occorrerà creare un raccordo con il lavoro dei Medici sentinella per l'ambiente con i Dipartimenti di Prevenzione delle Asl dalle Arpa-Appa, dagli Enti locali e dalle strutture regionali di riferimento. di Paolo Lauriola, Roberto Romizi, Emanuele Vinci Leggi...

Cronicità
Il report analizza la spesa sociale di interesse sanitario che nel 2017 sfiora i 42 miliardi di euro. “Considerato che l’impatto complessivo della spesa delle famiglie per la long-term care supera i 12 miliardi, oltre il sommerso, per una gestione ottimale di cronicità, multimorbidità e invecchiamento della popolazione è indispensabile rivedere le modalità di finanziamento, organizzazione, erogazione e monitoraggio dell’assistenza socio-sanitaria con l’obiettivo di definire, nel medio termine, un fabbisogno socio-sanitario nazionale”. IL REPORT Leggi...

Toscana
Nel nuovo modello l'organizzazione del PS è stata ridisegnata a partire dalla funzione di triage che non si limiterà a "mettere in fila" i pazienti per essere visitati dal medico dando priorità alle situazioni a maggiore gravità, ma orienterà da subito i pazienti verso i percorsi di cura interni al PS di L. Ammannati, M. T. Mechi, L. Puccetti, M. Ruggeri Leggi...

Oms: grandi progressi nella riduzione della rosolia, ma 3 bambini su 10 non sono ancora protetti contro la malattia
I progressi sono stati raggiunti attraverso l'ampliamento dell'accesso al vaccino contro la rosolia sicuro ed altamente efficace, soprattutto nei paesi a basso reddito. Questo vaccino ha dimostrato di prevenire oltre il 95% delle infezioni da rosolia. La malattia assume partocolare pericolo in gravidanza: il 90% delle donne che soffrono di rosolia all'inizio della gravidanza la trasmetterà ai loro bambini non ancora nati e l'infezione può portare ad aborto spontaneo, morte del feto o sindrome da rosolia congenita (CRS) nel bambino, condizione che include gravi difetti alla nascita e disabilità per tutta la vita. LA SITUAZIONE PAESE PER PAESE. Leggi...

Rapporto Asvis 2019: &ldquo
Forte riduzione della probabilità di morte sotto i 5 anni e la diminuzione della popolazione urbana all’esposizione da inquinamento di particolato. Aumenta la speranza di vita in Europa e diminuiscono i casi di tubercolosi e Hiv del 28 %. L’Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile propone il monitoraggio sui livelli di equità e salute e si appella al governo: “Serve una legge annuale per lo sviluppo sostenibile a partire dalla prossima Legge di Bilancio”.  IL RAPPORTO di Federico Ruggeri Leggi...

Fumo
Aumentare di 1 euro a pacchetto le accise; no a fumo e sigarette elettroniche nei luoghi pubblici; no pubblicità anche sui social media; no alle interferenze delle industrie del tabacco; aprire a coltivazioni alternative al tabacco; far funzionare il Piano nazionale di prevenzione. Questi i punti sui quali il Gruppo Tobacco Endgame, collegato alle società medico scientifiche della sanità pubblica italiana impegnate nel controllo del tabacco, chiedono un impegno al Governo. Leggi...

Studi e Analisi
A proposito di ticket…
A proposito di ticket&hellip
Quello che so per certo è che quando le forme di copayment sono concepite come moderatrici, allora I ticket possono essere strumenti efficaci di controllo della domanda sanitaria, altrimenti, come è accaduto con il superticket, possono determinare disuguaglianze nell’accesso alle cure. L’applicazione dei ticket sanitari pone infatti di fronte al tipico trade-off tra efficienza ed equità che caratterizza le scelte pubbliche. di Grazia Labate Leggi...

Nadef 2019
“Il Governo Conte bis conferma la linea dei precedenti Esecutivi perdendo la prima vera occasione per confermare che il rafforzamento del SSN annunciato nel Programma di Governo rappresenta una reale priorità politica. Infatti, la mancata inversione di tendenza del rapporto spesa sanitaria/PIL dimostra che l’eventuale ripresa dell’economia non determinerà alcun rilancio del finanziamento pubblico della sanità nel prossimo triennio”. Leggi...

La stagione dei tagli è
Rifinanziare la sanità a sistema invariante va bene nel breve periodo, ci dà l’ossigeno che ci manca, ma già nel medio periodo se il sistema resta diseconomico, inadeguato, incongruo può diventare un boomerang fatale di Ivan Cavicchi Leggi...

Adolescenti: solo 1 su 10 fa attività
Tuttavia hanno un’alta percezione della loro qualità di vita e un buon rapporto con i compagni e gli insegnanti. Indagine dell’Iss su 59mila ragazzi tra gli 11 e 15 anni. Aumentano anche quelli che giocano d’azzardo mentre rispetto ai coetanei Ue è meno presente il fenomento del bullismo. Leggi...

Perché
La sanità potrà finalmente vivere una nuova era, dopo l'oscurità degli ultimi anni non affatto alleviata dal recente governo giallo-verde, resosi responsabile della distruzione in Calabria di quel po' di minimale organizzazione di salute ivi rintracciabile di Ettore Jorio Leggi...

Gli italiani chiedono più
Il 93% degli italiani è a favore dell'eutanasia; il 70% per l'aborto in Day Hospital; più della metà per legalizzazione della cannabis e la ricerca sugli embrioni; l’82% per una fecondazione assistita regolamentata. Questi gli esiti di un’indagine commissionata da Associazione Luca Coscioni a Swg, che ha interpellato un campione di 1000 soggetti su questi temi. Se ne parlerà al XIV Congresso in programma a Bari dal 3 al 6 ottobre.
 
Leggi...


La salute nelle Regioni: Promosse Veneto e Trentino-Alto Adige, flop per Campania e Valle d&rsquo
L'Istituto di statistica ha elaborato una classifica della salute nelle Regioni italiane nell'ultimo decennio. Per farlo ha selezionato 24 indicatori (dal consumo di alcol, al sovrappeso fino alla speranza di vita). Dall'analisi emergono 5 macro gruppi., amche se fomdamentalmente l'Italia rimane divisa tra il Nord che sta meglio e il Sud che fatica.  LO STUDIO ISTAT. Leggi...

Clima e salute
Perché non ci si mette al lavoro per formare in tutte le Regioni squadre di Medici Sentinella, capaci di fare sorveglianza e monitoraggio sugli effetti climatici sulla salute; perché il nucleo di valutazione presso il Ministero, che valuta i progetti di nuove costruzioni ospedaliere, non ne contempla anche la congruità rispetto al verde? Non possiamo perdere altro tempo, se vogliamo possiamo tentare di giocare la carta di fare dell’Italia un grande progetto di sviluppo sostenibile da lasciare in eredità alle generazioni future di Grazia Labate Leggi...

Tumori: il 63% delle donne e il 54% degli uomini sono vivi a 5 anni dalla diagnosi
Presentato oggi al Ministero della Salute il nuovo volume sui numeri del cancro, frutto della collaborazione tra AIOM, AIRTUM, Fondazione AIOM, PASSI, PASSI d’Argento e SIAPEC-IAP. Sono tre milioni e mezzo gli italiani che vivono dopo la scoperta della malattia e almeno un paziente su quattro, pari a quasi un milione di persone, è tornato ad avere la stessa aspettativa di vita della popolazione generale e può considerarsi guarito. Stefania Gori, presidente AIOM: “Tende a diminuire anche la mortalità, grazie ai programmi di prevenzione e al miglioramento delle terapie”. Ma tra le donne, oltre che il cancro alla mammella, aumenta anche quello ai polmoni, E nei due generi in crescita pancreas, tiroide e melanomi. I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2019: OPERATORI - I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2019: PAZIENTI Leggi...

spacer L'incidenza dei tumori in Italia influenzata dal genere e dall'età   spacer La mortalità per tumori: al primo posto quello del polmone, poi colon retto, mammella, pancreas e fegato   spacer La sopravvivenza a 5 anni nei tumori: dal 90% per il testicolo al 10% per il pancreas   spacer La prevalenza dei tumori: il numero di chi vive dopo una diagnosi di tumore aumenta di circa il 3% l’anno   spacer I cinque tumori più frequenti in Italia: fattori di rischio, incidenza, mortalità, sopravvivenza e prevalenza   spacer Gli screening oncologici: nel 2017 più di 14 milioni di inviti e più di 6,3 milioni di test   spacer Gli over 65 con una diagnosi di tumore nel 2016-2017 sono 22.811   
Ex specializzandi
Violazione direttive europee, 547 milioni pagati dall’Italia dal 2012 ad oggi: Il Presidente di Consulcesi Massimo Tortorella: "Pronti a scendere in campo con nuove azioni collettive per tutelare i diritti dei cittadini: ambiente, energia e sicurezza alimentare le nuove sfide". Leggi...

Il dramma della sanità
Sono in tanti a leggere gli accaduti ma in pochi a reagire, forse perché ignari dei pericoli sottintesi che, di qui a poco, rischiano di tradursi in veri e propri drammi. Drammi per le persone lasciate senza assistenza, danni irreparabili al ceto dei fornitori, danni patiti dagli erogatori privati convenzionati e accreditato/contrattualizzati, danni infine alla generazione del Pil regionale. di Ettore Jorio Leggi...

L&rsquo
Pur se le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare, tifiamo ovviamente per una collettività più in salute e con minore gettito fiscale anziché di obesi e alcolisti ma che incassa di più. Allora invece che tassare i vizi non sarebbe meglio detassare le virtù, così incentivandole? di Fabrizio Gianfrate Leggi...

<strong>Copertura sanitaria universale</strong>
Mentre la copertura sanitaria complessiva è aumentata costantemente dal 2000, il rapporto mostra grandi lacune nei servizi sanitari nei paesi più poveri e in quelli colpiti da conflitti. Le aree rurali tendono a soffrire di una copertura inferiore, a causa della mancanza di infrastrutture, carenza di operatori sanitari e cure di scarsa qualità. IL RAPPORTO Leggi...

Mortalità
Le stime Oms-Unicef appena pubblicate e riferite al 2018 indicano un forte calo nella mortalità infantile e materna, ma anche che 6,2 milioni di bambini sotto i 15 anni sono morti nel 2018 e oltre 290.000 donne sono morte a causa di complicazioni durante la gravidanza e il parto nel 2017. Dei decessi totali nei bambini, 5,3 milioni sono avvenuti nei primi 5 anni, con quasi la metà di questi nel primo mese di vita. IL RAPPORTO INFORMAZIONI SULLE STIME DI MORTALITÀ INFANTILE. Leggi...

<strong>Inquinamento
È quanto emerge da un’analisi Eurostat che ha registrato l'andamento delle emissioni di inquinanti atmosferici tra il 1990 e il 2017. La caduta maggiore è stata registrata per gli ossidi di zolfo (SOx) che sono diminuiti del 90%, seguiti dai composti organici volatili non metanici (NMVOC) e dagli ossidi di azoto (NOx), che sono diminuiti approssimativamente del 60%. Le emissioni di particolato fine (PM2,5) sono diminuite di quasi la metà dall'anno 1990. Anche in Italia i numeri segnano un calo ma meno marcato. Leggi...

Cronicità
Il dato lo certifica la Corte: diminuisce la copertura pubblica della spesa sanitaria e aumenta quella privata delle famiglie: siamo passati dai 26,4 miliardi di spesa privata nel 2012 ai 39 del 2017. A farne le spese è soprattutto l’assistenza alle cronicità e ai lungodegenti, l’assistenza residenziale o domiciliare e per la cura e riabilitazione post ospedaliera sempre più a carico diretto delle famiglie di Tonino Aceti Leggi...

 
 
 
 
segui quotidianosanita.it
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy