Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 18 OTTOBRE 2019
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Remunerazione farmacie. Ecco i “paletti” di Federfarma per la riforma del sistema

L'Assembela dell'associazione ha dato mandato al Presidente e al Consiglio di Presidenza di proseguire il confronto con le istituzioni e la filiera per la riforma della remunerazione ponendo però alcune precise condizioni agli interlocutori. Tra queste: il mantenimento dell’attuale regime di determinazione del prezzo al pubblico, dell’attuale regime di premialità in favore delle farmacie a “sconto agevolato” e “esenti sconto” e delle condizioni di incentivazione per la promozione dei farmaci a brevetto scaduto.

09 OTT - Via libera dall'Assemblea di Federfarma che ha conferito il mandato al Presidente e al Consiglio di Presidenza, di proseguire nell’interlocuzione con le Istituzioni e le Organizzazioni della filiera con l’obiettivo di giungere alla proposta di nuova remunerazione della farmacia, basata su dati ed elaborazioni condivise nel corso dei lavori assembleari.
 
Il mandato è stato conferito a larga maggioranza, con 200 voti favorevoli su 221 presenti, e soli 3 voti contrari (18 gli astenuti). La proposta di nuova remunerazione dovrà basarsi però sui alcuni principi quali: mantenimento dell’attuale regime di determinazione del prezzo al pubblico dei farmaci; revisione della remunerazione limitata esclusivamente al rapporto tra le farmacie e il Ssn mediante sola modifica del calcolo per la tariffazione ed emissione della Distinta Contabile Riepilogativa; mantenimento dell’attuale regime di premialità in favore delle farmacie a “sconto agevolato” e “esenti sconto”; mantenimento delle condizioni di incentivazione per la promozione dei farmaci a brevetto scaduto; garanzia di indicizzazione dei valori della nuova remunerazione; determinazione di una quota fissa e di una quota variabile rapportata al prezzo al pubblico al netto dell’Iva.

 
“Ringrazio il Consiglio di presidenza e il Consiglio delle Regioni - ha dichiara il presidente di Federfarma Marco Cossolo -. Nonché le Associazioni che hanno contribuito al gruppo di lavoro ossia le unioni regionali di Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Puglia e le unioni provinciali di Cosenza, Firenze, Napoli e Verona . Infine, un ringraziamento al Dr. Dal Re per tutto il lavoro svolto e in ultimo ma non per ultimo il più grande ringraziamento va al Dr. Petrosillo senza il cui lavoro tutto questo non sarebbe stato possibile”.

09 ottobre 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy