Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 23 SETTEMBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Farmaci Orfani. Aifa: “Legge Bilancio non incide sulle cure assicurate ai pazienti affetti da malattie rare”

A pochi giorni dalla polemica innescata dalla soppressione, nella nuova legge di Bilancio, degli incentivi finora previsti per i medicinali dedicati alle malattie rare, l'Aifa rende disponibile un report focalizzato proprio sui farmaci orfani "per favorire un dibattito pubblico informato”. IL RAPPORTO

17 GEN - "Per favorire un dibattito pubblico informato", l'Aifa rende disponibile un report focalizzato sui farmaci orfani, a pochi giorni dalla polemica innescata dalla soppressione, nella nuova legge di Bilancio, degli incentivi finora previsti per i medicinali dedicati alle malattie rare, esonerandoli dal pagamento del payback.
"La nuova Legge di bilancio - scrive Aifa - non incide in alcun modo sulle garanzie di cura assicurate a tutti i pazienti, inclusi quelli affetti da malattie rare. Infatti, le persone affette da malattie rare continueranno a ricevere tutte le terapie di cui hanno bisogno e queste, si chiarisce, resteranno a totale carico del Ssn”.
"Nel modificare le modalità di ripiano dello sfondamento del tetto della spesa farmaceutica per gli acquisti diretti da parte delle strutture del Ssn (c.d. payback) - si legge nel report -, la legge si è posta l’obiettivo di riprogrammare il calcolo del payback rafforzando i criteri di equità, semplificazione e trasparenza".

 
Il rapporto dell'Agenzia del farmaco si focalizza sulle normative italiana ed europea, sugli strumenti di accesso precoce ai farmaci orfani, sulla ricerca, la spesa e la negoziazione del loro prezzo, esaminando quindi le varie implicazioni della legge di bilancio su questa specifica categoria di farmaci:
 
Pazienti
"La Legge di bilancio per il 2019 non incide in alcun modo sulle garanzie di cura assicurate a tutti i pazienti, inclusi quelli affetti da malattie rare. Infatti, le persone affette da malattie rare continueranno a ricevere tutte le terapie di cui hanno bisogno e queste, si chiarisce, resteranno a totale carico del Ssn".
 
Ricerca
"L'AIFA mantiene fra i suoi obiettivi istituzionali la promozione della ricerca scientifica indipendente, incentivando lo sviluppo di farmaci orfani attraverso il finanziamento di studi clinici no profit. Inoltre, i Regolamenti comunitari definiscono criteri e procedure per beneficiare degli incentivi volti a promuoverne la ricerca, lo sviluppo e l'immissione in commercio dei farmaci orfani".
 
Autorizzazione in commercio
"I farmaci orfani continuano a essere valutati in via prioritaria, anche attraverso sedute straordinarie delle Commissioni, entro il termine di cento giorni. Resta confermata l’ulteriore agevolazione per le aziende di presentare domanda di classificazione e prezzo prima del rilascio dell’autorizzazione all’immissione in commercio".
 
Accesso al farmaco
"A beneficio dei pazienti vengono mantenute tutte le procedure, ordinarie e straordinarie, di accesso al medicinale orfano".
 
Aziende
"Le simulazioni di applicazione della Legge di bilancio 2019 sui dati 2017 rilevano che:
- Le aziende/gruppo che generano un valore di spesa nel canale acquisti diretti fino a 50 milioni di euro avranno una riduzione complessiva dell’onere di ripiano di circa 57 milioni di euro, pari a -37,97%;
- Le aziende/gruppo che generano un valore di spesa nel canale acquisti diretti fino a 100 milioni di euro avranno una riduzione complessiva dell’onere di ripiano di circa 8 milioni di euro, pari a -20,39%;
- Le aziende/gruppo che generano un valore di spesa nel canale acquisti diretti superiore ai 100 milioni di euro avranno un aumento dell’onere di ripiano di circa 65 milioni di euro, pari a +10,12%".
 
P.P 

17 gennaio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy