Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 27 FEBBRAIO 2024
Cronache
segui quotidianosanita.it

Cop28. Oms: “Oltre 40 milioni di professionisti sanitari chiedono un’azione coraggiosa per la salute e il clima”


Gli operatori sanitari chiedono un’azione immediata e coraggiosa per eliminare gradualmente i combustibili fossili, passare all’energia pulita, rafforzare la resilienza e sostenere le persone e le comunità più vulnerabili agli impatti dei cambiamenti climatici.

04 DIC - Più di 40 milioni di professionisti sanitari di tutto il mondo si sono uniti all’appello all’azione lanciato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dalle organizzazioni della società civile, per dare priorità alla salute nei negoziati sul clima della COP28. L’inazione climatica costa vite umane e ha un impatto sulla salute ogni singolo giorno, ribadisce l'Oms in una nota. Gli operatori sanitari chiedono un’azione immediata e coraggiosa per eliminare gradualmente i combustibili fossili, passare all’energia pulita, rafforzare la resilienza e sostenere le persone e le comunità più vulnerabili agli impatti dei cambiamenti climatici. Chiedono che non ci siano più ritardi né scuse sollecitando un'azione immediata, per un futuro sano per tutti.

“Di fronte alle sfide urgenti poste dalla salute e dai cambiamenti climatici, gli operatori sanitari sono uniti in ogni sforzo per migliorare i risultati sanitari e affrontare la crisi climatica”, afferma Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità.Questo ispira tutti noi a contribuire a un mondo più sano e più resiliente per le generazioni a venire”. L’anno 2023 ha visto un’allarmante ondata di disastri legati al clima, tra cui incendi, ondate di caldo e siccità, che hanno portato allo spostamento di popolazioni, perdite agricole e aumento dell’inquinamento atmosferico. E l’attuale crisi climatica ha aumentato significativamente il rischio di malattie potenzialmente letali come il colera, la malaria e la dengue. Per questo, l'Oms e oltre 40 milioni di professionisti sanitari chiedono ai governi di rispettare gli impegni già assunti, rispettare l’accordo di Parigi, accelerare l’eliminazione graduale dei combustibili fossili e aumentare la loro ambizione per un futuro più sano, più giusto e più verde per l’umanità.

Sistemi sanitari forti e resilienti sono indispensabili per proteggere la popolazione dagli impatti negativi dei cambiamenti climatici sulla loro salute e la costruzione di sistemi sanitari resilienti al clima e a basse emissioni di carbonio deve essere vista come una delle priorità nell’azione e negli investimenti a livello locale, nazionale e globale: il settore sanitario, che attualmente riceve solo lo 0,5% dei finanziamenti globali per il clima, richiede un aumento sostanziale delle risorse, un passo non solo giustificato, ma essenziale per affrontare efficacemente le crisi sanitarie in corso e un panorama sanitario globale in evoluzione. L'Oms si impegna a lavorare per garantire l’attuazione efficace delle priorità delineate nella Dichiarazione.

L’Alleanza per l’Azione Trasformativa sul Clima e la Salute (ATACH) guidata dall’Oms è una piattaforma globale che riunisce più di 75 paesi che si sono impegnati in iniziative su sistemi sanitari sostenibili resilienti ai cambiamenti climatici e a basse emissioni di carbonio (promossa dal Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord come Presidente della COP26), insieme a partner, donatori bilaterali e ricercatori. L’Oms garantirà che ATACH abbracci le priorità incluse nella Dichiarazione e ne sostenga l’effettiva attuazione. Inoltre, l’Oms afferma il proprio impegno per la salute globale e l’azione per il clima, garantendo il proprio sostegno ai ministeri della salute di tutto il mondo.


04 dicembre 2023
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy