Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 13 GIUGNO 2024
Cronache
segui quotidianosanita.it

Scuole e diabete giovanile. La Federazione scrive a Bianchi: “Scuola sia supportata dal Ssn, occorre corretta comprensione patologie croniche”

di Lorenzo Proia

“La scuola, lungi dal dover essere luogo di cura e di assistenza sanitaria, sia supportata dalle Ssn e dai Ssr” per garantire “a tutti gli studenti un livello di assistenza sanitaria adeguato e che consenta loro una permanenza in ambito scolastico ‘normale’”. Occorre “comprensione del fenomeno malattie croniche da parte di operatori e altri alunni”, con “disposizioni legislative tese a raggiungere nell’ambiente scolastico l’assistenza socio-sanitaria necessaria”.

08 SET - La Federazione nazionale diabete giovanile ha scritto, a firma del presidente FDG Antonio Cabras, una lettera al ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi in vista del riavvio dell’anno scolastico 2021/22 “con la didattica in presenza” che “rende imprescindibile e indispensabile, che i bambini e gli adolescenti con diabete abbiano le possibilità di tutti i coetanei nei loro diritti di piena inclusione e partecipazione”, segnalando la “necessità di sopperire alla mancanza di disposizioni di legge che prendano in adeguata considerazione il problema delle patologie croniche che interessano i bambini e gli adolescenti”, richiamando anche alla “definizione degli interventi finalizzati all’assistenza di alunni e studenti che necessitano di somministrazione di farmaci in orario scolastico”.

“La scuola – si legge nella missiva -, lungi dal dover essere luogo di cura e di assistenza sanitaria, deve essere supportata dalle Strutture del Servizio Sanitario Nazionale e dei Servizi Sanitari Regionali affinché sia garantito a tutti gli studenti un livello di assistenza sanitaria adeguato e che consenta loro una permanenza in ambito scolastico ‘normale’. Tale normalità, però, non può prescindere dalla corretta comprensione del fenomeno delle malattie croniche anche da parte degli operatori scolastici e degli altri alunni che non patiscono tali infermità”, individuando “la necessità di adottare misure volte a sollecitare la conoscenza e la comprensione delle malattie croniche da parte di tutti, compresi gli individui sani, in quanto presupposto necessario per una reale integrazione sociale dei soggetti affetti”.

Da qui la comunicazione “volta affinché si introducano una serie di disposizioni legislative tese a raggiungere l'obiettivo di assicurare nell'ambiente scolastico l’assistenza socio-sanitaria necessaria ai soggetti affetti da patologie croniche che necessitano di cure continue”.

Lorenzo Proia

08 settembre 2021
© Riproduzione riservata
Allegati:

spacer LA LETTERA

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy