Quotidiano on line
di informazione sanitaria
25 FEBBRAIO 2024
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Anelli (Fnomceo): “Bene Meloni su liste di attesa, SSN torna priorità di Governo”


19 SET -

La Legge di Bilancio si occuperà anche di sanità: tra le priorità del Governo, il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha indicato l’abbattimento delle liste di attesa.

Le sue dichiarazioni hanno subito incassato l’endorsement del Presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei medici, Filippo Anelli.

“Mettere la sanità tra le priorità di una Manovra economica – afferma Anelli – per preservarla e rafforzarla, è un cambio di passo importante. Significa che il Presidente Meloni e il Governo da lei guidato hanno a cuore il Servizio sanitario nazionale e vogliono garantire a tutti i cittadini una sanità pubblica efficace ed efficiente, secondo i principi costituzionali. È una decisione che segna un’inversione di rotta e frena la deriva verso il privato, che deve integrare e sostenere il servizio pubblico, non sostituirlo”.

“Ha ragione il Ministro della Salute Orazio Schillaci – continua – quando afferma che il vero nodo sta nella perdita di attrattività del nostro Servizio sanitario nazionale nei confronti dei medici e dei professionisti. Puntare sui medici è dunque la risposta per rendere i sistemi più efficienti e per abbattere le liste di attesa. E vuol dire non solo investire sui professionisti ma anche attribuire loro un nuovo e più ‘pesante’ ruolo nella governance dei sistemi sanitari”.

“Ringraziamo quindi il Presidente Giorgia Meloni per la sensibilità e la fermezza – conclude Anelli - e incoraggiamo il Governo in questa svolta che, mirando all’abbattimento delle liste d’attesa, punta sui professionisti. Il Servizio sanitario nazionale, infatti, oltre ad assolvere la sua funzione primaria di prevenzione e cura, è di fatto un motore dell’economia nazionale. La domanda di beni e servizi attivata dalla spesa sanitaria si irradia nel resto del settore economico, amplificando il valore di produzione delle imprese, con benefici significativi sull’occupazione, sul valore aggiunto e sul Pil nazionale”.

E per quantificare il valore anche economico del nostro SSN, in occasione dei 45 anni dalla sua istituzione, la Fnomceo organizza, il 23 e 24 ottobre a Roma, un Convegno ad hoc.

“Sarà una grande festa – spiega ancora Anelli – ma sarà anche l’occasione di valutare lo stato di salute del nostro SSN, metterne in luce criticità e punti di forza, misurarne il valore economico e sociale e stimare la percezione che ne hanno gli italiani”.

Su quest’ultimo obiettivo si focalizzerà un’indagine demoscopica condotta dall’Istituto Piepoli su cittadini e medici. A misurare gli effetti economici degli investimenti in sanità sarà invece il Censis, che presenterà i risultati del Rapporto “Il valore economico e sociale del Servizio Sanitario Nazionale – Una Piattaforma fondamentale per il Paese”, che ha studiato gli impatti economici e occupazionali – diretti, indiretti e indotti – della spesa sanitaria pubblica. Appuntamento, dunque, il 23 e 24 ottobre a Roma, presso la Pontificia Università San Tommaso D’Aquino, per celebrare “I 45 anni del Servizio Sanitario Nazionale, un’eccellenza italiana”.



19 settembre 2023
© Riproduzione riservata
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy