Quotidiano on line
di informazione sanitaria
23 GIUGNO 2024
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Speciale sanità digitale/2. “Dalla telemedicina ai Cup si possono risparmiare 6,9 mld”


Ha preso oggi il via S@lute, il Forum della Sanità digitale realizzato sa Aris in collaborazione con Generali, Luiss e Sics. Presentato anche un report curato dall’Osservatorio Netics sugli ‘Scenari di Sanità Digitale’. “Possibili subito risparmi per 6,9 miliardi di euro attraverso uso sistemi di digital Health”. LO STUDIO.

10 SET - Prende oggi il via la prima edizione di S@lute, il Forum della Sanità Digitale, realizzato in collaborazione con Generali, LUISS e SICS. Una tre giorni di incontro e confronto sul tema salute. “Una valore che è possibile inquadrare in un giusto equilibrio tra welfare e sostenibilità economica solo grazie alla comprensione e all’impiego di tecnologie sempre più innovative e intelligenti”.
 
“Nell’ideare S@lute – che oggi siamo felici di tenere a battesimo – abbiamo creduto nella necessità e urgenza di portare il dibattito sull'innovazione e digitalizzazione della sanità dal terreno del futuribile a quello del possibile. L’entusiasmo con cui i settori della sanità, del pharma e dell’ICT hanno aderito alla  nostra manifestazione dimostra come il sistema italiano della salute sia pronto per l'innovazione e ad abbracciare la trasformazione digitale.  Più efficiente, sostenibile, accessibile”, ha commentato Alessandro Beulcke, presidente di Aris.
 
Durante l’evento  è stato presentato il paper “Scenari di Sanità Digitale”, che anticipa alcuni dei dati elaborati dall’Osservatorio Neticse che saranno poi presentati a novembre 2015.
Basandosi su dati ufficiali del Ministero della Salute, raffrontati con una serie di best practice ospedaliere italiane, Netics ha messo a punto una serie di analisi WhatIf, che quantificano in 6,9 miliardi di euro l’anno i risparmi conseguibili a valle di semplici interventi di sanità digitale.
 
Qui nel seguito i punti chiave dello studio:
Addio agli eccessi di medicina difensiva, che ogni anno genera 10/12 miliardi € annui di costi. Dotando gli ospedali di strumenti a supporto delle decisioni terapeutiche, basati su sistemi Evidence Based Medicine (EBM) è  possibile aggredire questo costo, generando un risparmio pari a 2,5 miliardi €/anno;

L’integrazione tra ospedale e territorio attraverso la telemedicina può essere veicolo di risparmi pari a circa 1,4 miliardi €/anno. La massima parte di questa ottimizzazione di costo deriverebbe – nell’analisi Netics – dalla riduzione del 5% delle giornate di ricovero dei pazienti acuti in ospedale e del 10% in strutture di lungodegenza;

I CUP devono trasformarsi in strutture capaci di relazionarsi in maniera più efficiente e interattiva con il paziente, 7 giorni su 7, grazie all’impiego dei nuovi strumenti di Patient Relationship Management. Oltre a migliorare la  qualità della relazione con gli assistiti, questo intervento può generare, nel lungo periodo, una riduzione dei costi di gestione dei CUP pari a 100/150 milioni €/anno;

Dalla razionalizzazione della supplychain (leva prezzo + quantità) è possibile ridurre i costi di 3 miliardi €/anno. Nello specifico, il dato è stato calcolando simulando l’introduzione su scala regionale di sistemi informativi di tipo Enterprise Resource Planning e attraverso la centralizzazione degli acquisti.

10 settembre 2015
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy