Quotidiano on line
di informazione sanitaria
25 FEBBRAIO 2024
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Corsi di Laurea delle 22 Professioni Sanitarie: posti, scadenze e costi per le iscrizioni all’esame di ammissione del 14 settembre 2023 nelle 39 Università statali

di Angelo Mastrillo

Al momento i posti assegnati sarebbero circa 34 mila, mille in più dei 33 mila dello scorso anno (+3,2%) e di cui quasi 20 mila per Infermieri. Ma questi posti sono ancora provvisori perché si attende la determinazione definitiva dei posti da parte del Ministero dell’Università, con l’ipotesi di circa altri 450 posti aggiuntivi a cui potrebbe fare seguito l’aggiornamento dei bandi di ammissione da parte delle Università.

28 LUG -

Alla data del 17 luglio tutte le 39 Università statali hanno completato la pubblicazione dei rispettivi bandi di ammissione per l’esame di ammissione del 14 settembre alle 22 Professioni sanitarie, fra cui Infermieri, Ostetriche, Fisioterapisti, Logopedisti, Tecnici di Radiologia, di Laboratorio, Dietisti ecc.).

Al momento i posti assegnati sarebbero circa 34 mila, mille in più dei 33 mila dello scorso anno (+3,2%) e di cui quasi 20 mila per Infermieri.

Ma questi posti sono ancora provvisori perché si attende la determinazione definitiva dei posti da parte del Ministero dell’Università, con l’ipotesi di circa altri 450 posti aggiuntivi a cui potrebbe fare seguito l’aggiornamento dei bandi di ammissione da parte delle Università. Nella tabella sono compresi anche i posti dell’Università Sapienza di Roma, ma si riferiscono a quelli del bando dello scorso AA 2022-23 e quindi tuttora in attesa dei nuovi dati.

Circa le domande di ammissione, in base ai dati degli anni scorsi, potrebbero essere circa 72 mila gli studenti interessati a iscriversi. Per l’ orientamento nella scelta del corso e dell’Università da parte degli studenti si segnalano i dati dell’ allegato Report annuale 2022 e il suggerimento di controllare sui siti web di ogni Università i relativi aggiornamenti.

Attualmente le scadenze dei bandi di ammissione vanno dal 3 agosto dell’Università di Roma Sapienza, al 7 agosto delle Università di Siena e di Cagliari, 8 agosto di Pisa e di Ancona, 10 agosto di Pavia e 11 agosto di Perugia e di Messina.

Dopo la pausa di ferragosto, a seguire, nel periodo dal 18 al 7 settembre, tutte le altre 31 Università, il 19 Trieste, il 21 Torino, Novara, Bologna, Modena, Parma, il 22 agosto Trento, Varese, Verona, L’Aquila e Catania, 23 Catanzaro, il 24 Milano Bicocca, Udine, Ferrara, Firenze e Palermo. Il 25 agosto Milano, Brescia e Chieti. A seguire il 29 Genova e Napoli Vanvitelli, il 31 agosto Napoli Federico II, Salerno e Sassari. Infine a settembre, l’ 1 Lecce, il 4 Padova e Campobasso, il 6 settembre Roma Tor Vergata e il 7 a chiudere l’Università di Foggia.

Per quanto riguarda il costo della tassa di iscrizione per l’esame di ammissione è rimasto quasi invariato rispetto allo scorso anno in tutte le Università, con media di 54 €, mentre si confermano per il costo maggiore, con 100 €, Novara, Pavia, Siena, Napoli Campania e Salerno. Al contrario, continua da diversi anni ad essere la più economica l’Università di Cagliari con 26 € (lieve ritocco su 24 scorso anno), Milano Bicocca con 30 € e Varese che riduce da 100 a 30 €, unica a ridurre fra tutte le 46 Università.

Sono sulla media di circa 50 € la maggioranza delle altre Università come Torino, Milano, Brescia, Trento, Verona, Genova, Bologna, Parma, Firenze, Ancona, Chieti, Napoli Federico II, Lecce, Catanzaro e Messina.

Mentre per le 7 Università non statali la tassa di iscrizione va da 70 a 150 €, con media pari a 111 €, sono diverse anche le date dell’esame di ammissione che vanno dal 1 settembre di Milano Humanitas al 5 di LUM Bari, all’8 di Roma Cattolica e Enna, al 9 di Roma Campus Biomedico. Le altre Università di Milano S. Raffaele e Roma UniCamillus hanno già svolto iscrizioni ed esami a marzo e a maggio scorso.

Circa i questionari per l’esame di ammissione ogni Università prepara il suo in modo autonomo, ma che tuttavia è uguale per i tutti i 22 Corsi. Mentre, come è noto, per quello di Medicina e Chirurgia il Ministero dell’Università stabilisce di utilizzare un questionario unico per tutti a livello nazionale.

Tuttavia anche per le Professioni sanitarie, ormai oltre la metà delle 39 Università statali si avvale del Consorzio CINECA per l’utilizzo di un questionario unico, come ad esempio si rileva nei bandi delle 18 Università di Novara, Trieste, Parma, Modena, Bologna, Firenze, Siena, Ancona, Perugia, Roma Tor Vergata, L'Aquila, Chieti, Salerno, Bari, Foggia, Messina, Cagliari e Sassari.


Angelo Mastrillo
Docente in Organizzazione delle professioni sanitarie all’Università di Bologna
Segretario Conferenza Nazionale Corsi di Laurea Professioni sanitarie



28 luglio 2023
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy