Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 19 APRILE 2024
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Medici fiscali. Tassi (Sumai): “Necessaria una convenzione che dia dignità e stabilizzazione. Stop al precariato Inps”


"Esprimiamo grande soddisfazione e piena condivisione per l’appello inviato dalla Fnomceo al Governo in cui chiede di stabilizzare tutti i medici fiscali e convenzionati”. Il coordinatore nazionale Settore Medici Inps Sumai, accoglie favorevolmente l’iniziativa della Federazione dei medici che chiede all’esecutivo di mettere fine al precariato Inps.

20 LUG - “Piena condivisione e grande soddisfazione per la lettera che la Fnomceo ha inviato al Vicepresidente del Consiglio e Ministro dello sviluppo economico e del lavoro e delle politiche sociali Luigi Di Maio, al Ministro della Salute Giulia Grillo e a quello della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno, per chiedere una definitiva stabilizzazione dei medici fiscali e convenzionati”. Così Francesca Tassi, coordinatore nazionale Settore Medici Inps Sumai Assoprof che aggiunge: “il nostro lavoro, quello dei medici fiscali e convenzionati, è fondamentale per il nostro welfare, chiediamo quindi che venga tutelato valorizzato e riconosciuto”.
 
“Come giustamente scrive la Federazione la mancata stabilizzazione dei medici convenzionati esterni comporterà gravi elementi di criticità per il regolare svolgimento delle attività istituzionali medico-legali dell’Inps, determinando disfunzioni che ricadrebbero sui cittadini".
 
“Siamo una categoria di lavoratori scarsamente conosciuta – ricorda la Tassi –, mai assunta ai clamori della cronaca nazionale, che da anni circa svolge con passione, abnegazione e responsabilità una delicata funzione pubblica nei confronti di migliaia cittadini italiani.  Siamo medici, di cui buona parte specialisti in medicina legale e delle assicurazioni, che lavorano nell’Istituto nazionale della previdenza sociale. Professionisti che svolgono una delicata funzione di accertamento sanitario del welfare sociale e che da troppo tempo attendono un miglioramento delle loro condizioni contrattuali, di lavoro, di formazione e tutela disciplinare".
 
“In tutte le visite mediche ci assumiamo una responsabilità professionale personale verso lo Stato e i cittadini e questo rappresenta la larga parte delle attività di accertamento sanitario del welfare italiano. Attività che spaziano dall’invalidità previdenziale, all’incapacità temporanea al lavoro, dall'invalidità assistenziale al contenzioso giudiziario in ambito sanitario”.


La coordinatrice Settore Medici Inps del Sumai ricorda inoltre che “tutti questi adempimenti istituzionali sono stati conferiti all’Inps da specifiche norme o leggi nel corso degli anni e, in evidente carenza di medici di ruolo, l’Istituto si è avvalso di medici liberi professionisti dei quali sono state unanimemente riconosciute competenza, professionalità e senso di appartenenza all’Ente”.


“Il lavoro svolto dal Sumai Assoprof in questi anni sostiene e difende un gran numero di questi medici esterni a livello nazionale. Il nostro obiettivo – osserva il segretario del sindacato degli Specialisti ambulatoriali, Antonio Magi – è provvedere alla tutela di questi colleghi, alla definizione di una Convenzione Unica Nazionale che permetta il miglioramento delle loro attuali condizioni contrattuali, di lavoro, di formazione e di tutela disciplinare”.

“Crediamo – conclude Francesca Tassi – nella volontà di cambiamento dell’attuale governo e per questo attendiamo fiduciosi anche un cambiamento contrattuale che porti finalmente al riconoscimento della nostra dignità lavorativa e alla fine del precariato”.
 

20 luglio 2018
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy