Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 15 APRILE 2024
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Covid. Fnopo: “Politica investa sul territorio con il supporto dei professionisti della salute”


L’Ordine delle ostetriche chiede interventi concreti e operativi “nel riprogettare una sanità più vicina ai cittadini e alle cittadine, una rete assistenziale di prossimità che sia in grado di rispondere realmente ai bisogni di salute. Servono team multiprofessionali e multidisciplinari, di professionisti sanitari che operino in strutture in grado di prendere in carico la salute dei cittadini”.

08 LUG - “Fiducia, ma anche prudenza e soprattutto rispetto delle regole, poste a salvaguardia della propria salute e quella degli altri, sono le direttrici cui tutti i cittadini si devono attenere ancora oggi perché, sebbene depotenziato, il virus Covid-19 circola ancora tra noi, come dimostrano i dati epidemiologici delle ultime settimane. Dopo la fase acuta della emergenza pandemiologica, però, alla politica si chiede di più: essere concreta e operativa nel riprogettare una sanità più vicina ai cittadini e alle cittadine, una rete assistenziale di prossimità che sia in grado di rispondere realmente ai bisogni di salute”. È quanto affermano le componenti del Comitato centrale della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica (FNOPO).
 
“Adesso – incalzano - servono i fatti. È necessario che tutti i principali protagonisti della tutela della salute si siedano attorno a un tavolo e di concerto si confrontino per una riforma epocale che guardi al lungo periodo”.
 
Secondo la Fnopo “si deve ragionare in termini di territorialità, di team multiprofessionali e multidisciplinari, di professionisti sanitari che operino in strutture in grado di prendere in carico la salute dei cittadini, lasciando agli ospedali le maggiori criticità e le specificità, come nel caso del Covid-19. Solo così sarà possibili garantire la continuità e la sicurezza delle cure ordinarie. Per le donne, in particolare, l’attivazione su scala nazionale del modello di Ostetrica di famiglia e di comunità risulta strategica per una efficace presa in carico, promozione, protezione e tutela della salute di genere in tutto il ciclo biologico, sessuale e riproduttivo delle donne, non tralasciando alcuna fascia di età”.
 
“Per poter realizzare tali obiettivi è altrettanto determinante che la politica dia il giusto riconoscimento a tutti i professionisti sanitari e sociosanitari, senza che si verifichino più gli spiacevoli episodi di ingiusta discriminazione tra professioni, come se ce ne fosse qualcuna più utile e/o indispensabile di altre. Non sono dunque più ammissibili disparità di trattamento come nel caso di bonus economici, Ecm o fondi di solidarietà dei precedenti decreti: Rilancio e Scuola. Per questi casi incresciosi, la politica è ancora in tempo per operare gli opportuni correttivi”, concludono le rappresentanti nazionali della categoria ostetrica.

08 luglio 2020
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy