Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 18 APRILE 2024
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Enpam. Oliveti è presidente: “Pensioni al sicuro, patrimonio a 12,5 miliardi”

di Eva Antoniotti

Alberto Oliveti assume tutte le deleghe rimesse da Eolo Parodi, indagato dalla procura di Roma. Una nuova stagione: "Investimenti meno redditizi ma sicuri, taglio dei consulenti esterni, più trasparenza".

09 MAG - Le stagioni della finanza creativa sono davvero finite. È questo il messaggio che emerge con forza dal primo incontro con la stampa del nuovo presidente (facente funzioni) dell’Enpam, Alberto Oliveti.

Una frase torna più volte: “Le pensioni dei medici sono sacre”. E per difenderle Oliveti ricorda di aver già avviato, con il ruolo di vicepresidente ricoperto fino alle dimissioni di Eolo Parodi, tre riforme: quella del modello di governance del patrimonio, quella del sistema di previdenza e quella della rappresentanza interna all’Ente.

Temi già ampiamente illustrati negli Stati Generali della Previdenza tenuti a Roma nel novembre scorso, con la presenza di ospiti illustri come il professor Mario Monti, vicinissimo ad essere chiamato alla guida del Governo tecnico, e come Giuliano Amato, anch’egli ora nella squadra di Governo.

Tutta l’attenzione è rivolta a “mettere in sicurezza” la previdenza dei medici, anche facendo una riforma difficile che lo stesso Oliveti, rivolto ai medici, riassume così: “Ti darò un po’ più tardi e un po’ di meno, ma ti garantisco che avrai la tua pensione”.
Parole chiare sui criteri che guidano ora gli investimenti. Il presidente f.f. li riassume nella formula “zero virgola”, che spiega così: “Dobbiamo rovesciare l’approccio agli investimenti finanziari, che solitamente puntano a massimalizzare i rendimenti, alzando di conseguenza i costi delle commissioni. I nostri investimenti sono rivolti solo a garantire la previdenza e dunque devono essere prudenti, sicuri, sia pure con una rendita bassa, dello ‘zero virgola’”.

Anche per il patrimonio immobiliare si è aperta una stagione più austera. Gestione “in house” attraverso Enpam Real Estate, ricontrattazione degli accordi con Ata Hotel, il gruppo che gestisce i complessi turistici di proprietà dell’Ente, e recupero di un contenzioso di 40 milioni che si trascinava dal 2008. Il risultato è che nel 2011 la gestione del patrimonio immobiliare Enpam è costata 2,5 milioni di euro in meno.

Venendo all’indagine della Procura di Roma che ha portato alle dimissioni di Eolo Parodi, Oliveti ha detto di aver incontrato ieri gli inquirenti, il procuratore aggiunto Rossi e il sostituto procuratore Farinelli, ai quali ha illustrato attraverso quale percorso di valutazione si arrivasse alle scelte del CdA Enpam, nel quale egli sedeva come “consigliere semplice”. Un percorso che coinvolgeva il Comitato Enpam per gli investimenti, i consiglieri esperti di finanza, il collegio dei sindaci e, ovviamente, i vertici dell’Ente. L’indagine riguarda in particolare prodotti finanziari acquistati nei primi anni 2000. “In quel periodo – ha detto Oliveti – un po’ tutti hanno comprato prodotti opachi, Comuni, Regioni, anche il Fondo pensioni della Banca d’Italia. Noi ci siamo trovati circa 400 milioni a rischio perdita, ma siamo intervenuti subito e nel bilancio consuntivo 2011, che approveremo a breve, questa quota a rischio è scesa a 250 milioni”.

Nella stessa inchiesta sono entrati anche tre acquisti immobiliari che l’Enpam avrebbe pagato eccessivamente, in rapporto alla cifra per la quale erano stati acquistati in precedenza: il palazzo de La Rinascente a Milano e due stabili in via del Serafico a Roma. Oliveti ha però difeso il valore di queste acquisizioni: “Il palazzo de La Rinascente a fianco del Duomo è un unico, di grande valore – ha detto – mentre i due immobili romani sono stati acquistati già affittati alla Regione Lazio e hanno quindi una redditività intorno al 6%, che mi sembra soddisfacente”. In ogni caso “se qualcuno ha lucrato sulle pensioni sarà chiamato a risponderne”, ha concluso Alberto Oliveti, annunciando la volontà di agire per vie legali contro chiunque danneggi l’Enpam sia sotto il profilo finanziario che sotto il profilo dell’immagine.
 

09 maggio 2012
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy