Quotidiano on line
di informazione sanitaria
14 APRILE 2024
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Appello al Governo di 19 società scientifiche di psicologia: “Salute psicologica della popolazione è gravemente compromessa. Subito i voucher psicologici”


Per la Consulta delle Società Scientifiche di aera psicologica in nove mesi poco o nulla si è fatto per rendere disponibili psicologi e terapie psicologiche nel pubblico. E per la salute psicologica le risorse pubbliche sono le stesse di prima della pandemia. Per questo chiede che la proposta del Cnop sui voucher venga immediatamente accolta.

09 DIC - “Si dia risposta ai bisogni psicologici della popolazione dopo oltre nove mesi di pandemia. I ‘voucher psicologici’, già proposti da Cnop, che consentirebbero alle persone di accedere al sostegno psicologico attraverso piattaforme pubbliche già utilizzate in questi mesi, e in linea con il ‘numero verde’ attivato dal Ministero della Salute..
 
Scende in campo il mondo dell’area psicologica e lo fa con un appello al Governo della Consulta delle società Scientifiche che raggruppa 19 società scientifiche, in rappresentanza di decine di migliaia di professionisti, studiosi, ricercatori, docenti.
 
“Abbiamo più volte evidenziato il livello di disagio psicologico nella popolazione – scrivono le società scientifiche – e, durante la prima ondata, molte di noi hanno attivato iniziative di sostegno alla popolazione e collaborato, con spirito di solidarietà, con il ‘numero verde per l’assistenza psicologica’ istituito dal ministero della Salute, che in poche settimane ha dato decine di migliaia di risposte, mostrando il grande bisogno esistente. Sono ormai passati molti mesi dall’inizio della pandemia e le forme di disagio psicologico sono aumentate e aggravate con impatto sulle varie dimensioni della vita e sulla salute”.
 
Le molte persone che hanno vissuto sulla propria pelle la malattia ed anche la popolazione generale colpita dalla “psicopandemia”, per la Consulta non hanno trovato risposte nel servizio pubblico per carenza strutturale di psicologi e psicoterapeuti.
 
“In nove mesi poco o nulla si è fatto per rendere disponibili psicologi e terapie psicologiche nel pubblico: per la salute psicologica le risorse pubbliche sono le stesse di prima della pandemia – aggiunge – risulta evidente la necessità di ‘mettere a sistema’, in modo strutturale, la prevenzione psicologica, la promozione del benessere psicologico, l’ascolto, il sostegno, la psicoterapia, utilizzando al meglio i grandi contenitori della società: la sanità, la scuola, il welfare, il mondo del lavoro. Accanto alla prospettiva di adeguamento e ammodernamento ora è tuttavia indispensabile attivare misure per fornire risposte immediate e tempestive di aiuto psicologico: oggi, non tra sei mesi o un anno. Riteniamo che la soluzione per l’immediato sia quella della attivazione di ‘voucher psicologici’, avanzata già ad aprile dal Cnop con il nostro pieno sostegno e declinata nei progetti finali della Task Force del Presidente del Consiglio a giugno”.
 
E proprio sui Voucher è intervenuto David Lazzari, presidente del Cnop e coordinatore della Consulta, che ha anche illustrato le attività svolte dal Consiglio nazionale degli psicologi per sensibilizzare le Istituzioni sui problemi psicologici della pandemia, con proposte per dare risposte praticabili e concrete. In particolare, accanto alle proposte di “messa a sistema” della Psicologia nella sanità, nella scuola, nel mondo del lavoro e nel welfare, Lazzari si è soffermato sul progetto dei “voucher psicologici” presentato già ad aprile al Governo ed inserito nel documento finale della Task Force Colao (Iniziative per il rilancio Italia, giugno) grazie al lavoro della collega Camussi.

“Per dare una risposta immediata al disagio – ha spiegato Lazzari – quella dei voucher è una delle vie più rapide e percorribili e per questo il Cnop si è impegnato portandola all’attenzione di tutti i Gruppi parlamentari e del Governo, perché sia tradotta rapidamente in legge. Ad oggi la proposta è stato raccolto da molti parlamentari di diversi Gruppi, ai quali va il ringraziamento e l’attenzione del Cnop e della Comunità professionale”.
 
“I Voucer – conclude quindi la Consulta – consentirebbero ai destinatari di accedere al sostegno psicologico mediante piattaforme pubbliche già utilizzate in questi mesi per altre provvidenze, raccogliendo in forma più adeguata alla situazione attuale lo spirito che aveva portato ad aprile all’attivazione del ‘numero verde del Ministero della Salute. Ci appelliamo al Governo e al Parlamento perché questo bisogno trovi risposta, questo appello non cada nel vuoto”.
Le società scientifiche

Aiamc - Associazione Italiana di analisi e modificazione del comportamento e terapia comportamentale e cognitiva
Aip - Associazione Italiana di Psicologia
Aipa -Associazione Italiana Psicologia Analitica
Aipp - Associazione Italiana per la Prevenzione e l'Intervento Precoce nella Saluta Mentale
Aisn - Associazione Italiana Specialisti in Neuropsicologia
Associazione EMDR Italia
Cismai - Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l’Abuso all’Infanzia
Efpp Soci Italiani - European Federation for Psychoanalitic Psychotherapy
Fiap -Federazione Italiana delle associazioni di Psicoterapia
Form Aupi
Sinp - Società italiana di neuropsicologia
Span - Società di Psicologi area Neuro-psicologia
Sipped - Società Italiana di Psicologia Pediatrica
Sippr - Società Italiana di Psicologia e Psicoterapia Relazionale
Sipo - Società Italiana di Psico-oncologia
Sitcc -Società italiana terapia comportamentale e cognitiva
Sipsot  –Società Italiana di Psicologia dei Servizi Ospedalieri e Territoriali
Sisdca -Società italiana per lo studio dei disturbi del comportamento alimentare
Spi - Società Psicoanalitica Italiana

09 dicembre 2020
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy