Quotidiano on line
di informazione sanitaria
23 GIUGNO 2024
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Rosolia: la guerra non è ancora vinta

di Rocco Russo

29 GEN -

Gentile direttore,
la Rosolia non è più endemica in Italia. Ad annunciarlo è la Commissione di verifica regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per l'eliminazione del morbillo e della rosolia nella Regione Europea, come ha reso noto l'Istituto superiore di sanità (Iss). Si tratta di “un importante traguardo per il nostro Paese e mostra ancora una volta il valore dei vaccini nel proteggere le persone da malattie pericolose. La rosolia - sottolinea l'Iss - è infatti la terza malattia prevenibile con la vaccinazione ad essere eliminata dal nostro Paese, dopo il vaiolo (eradicato a livello mondiale nel 1980) e la poliomielite (eliminata dalla Regione Oms Europa nel 2002)”.

Messa in questi termini potrebbe risultare essere una bella notizia, ma personalmente la ritengo tale solo a metà, tanto da rispettare, ma non condividere la mancata raccomandazione dello screening per la rosolia in gravidanza per le seguenti personali perplessità:

- tasso di copertura vaccinale nella popolazione generale: la media nazionale del dato di copertura vaccinale nelle varie coorti di nascita risente di una criticità legata ad una diversificazione dello stesso dato, che vede Regioni con coperture vaccinali ovviamente ben lontane dalla stessa media nazionale, risultando essere ad alto rischio di circolazione dello stesso virus e soprattutto non mi risulta che siano state messe in atto campagne di recupero vaccinale nella popolazione in età fertile maschile e femminile…….

- Presenza di un sistema di sorveglianza dell’infezione: è vero che tale sistema risulterebbe essere in grado di rilevare tempestivamente ogni eventuale variazione del quadro epidemiologico nazionale; ma il punto di domanda è: ma siamo sicuri che l’accessibilità ai dati del sistema di sorveglianza rosolia e rosolia congenita non risenta di forti discrepanze regionali?

- inclusione dell’Italia nel 2021 nella lista dell’Organizzazione mondiale della Sanità dei Paesi che hanno raggiunto l’eliminazione della trasmissione endemica del virus: questo è un dato importante ma non fondamentale per avere la garanzia per dormire sonni tranquilli, soprattutto quando la Rosolia circola tuttora in altre zone geografiche dove non è stata ancora eliminata o quando esiste sempre il rischio che una persona non vaccinata possa acquisire l’infezione recandosi in tali aree geografiche, importandola nel nostro Paese.

Da quanto sopra esposto, premesso che ci sarebbe anche altro, personalmente ritengo che sia lecito festeggiare il successo di una battaglia, ma il nostro obiettivo è quello di vincere la guerra anche contro la Rosolia, che al momento non mi sembra che sia stata vinta….!



Dott. Rocco Russo
Pediatra - Unità Operativa Materno Infantile ASL Benevento



29 gennaio 2024
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy