Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 29 FEBBRAIO 2024
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Lazio. Conte (Sicads) a Zingaretti: “No a day surgery affidate a professionalità non mediche” 


In vista dell’approvazione degli atti aziendali delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere da parte della regione, il presidente della Società Italiana di Chirurgia Ambulatoriale e Day Surgery si rivolge al governatore per sottolineare che “in campo sanitario medico la competenza clinica è esclusiva prerogativa della professione medico chirurgica”. 

19 NOV - Il presidente della Sicads, Società Italiana di Chirurgia Ambulatoriale e Day Surgery, Luigi Conte, in vista dell’approvazione degli atti aziendali delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere della Regione Lazio scrive una lettera al presidente Nicola Zingaretti “per rilevare che in alcune bozze di piani attuativi aziendali si appalesa il chiaro indirizzo ad affidare a professionalità non mediche la responsabilità di unità operative/sezioni/letti dedicati di day surgery e di week-surgery” .
 
Nella lettera si vuole ricordare “che unità operative autonome/sezioni di day surgery, a fronte di una potenziale attività chirurgica multidisciplinare che per talune specialità può arrivare fino all’80%, non può prescindere dall’identificazione di un responsabile clinico a garanzia della sicurezza delle cure e della loro efficacia ed efficienza e che un responsabile dell’U.O. di DS non è chiamato a rispondere e gestire la complessità di un singolo prodotto chirurgico erogato, o della esecuzione personale della procedura, ma, piuttosto, del compito di far girare un sistema complesso ad alto impatto non solo organizzativo-gestionale ma anche clinico-assistenziale”.
 
Infine Conte conclude sottolineando “che l’attività di chirurgia ambulatoriale complessa e quella di day surgery ed in generale a degenza breve per raggiungere il massimo di efficienza ed efficacia devono prevedere percorsi autonomi ben strutturati e regolamentati e  che laddove è previsto l’espletamento di una funzione clinico assistenziale insieme ad una attività organizzativo-gestionale non si può in nessun modo prescindere dall’affidamento della responsabilità ad un professionista medico. Infatti in campo sanitario medico la competenza clinica è esclusiva  prerogativa della professione medico chirurgica a legislazione vigente e giurisprudenza acclarata e mai, come  più volte affermato dalla Corte di Cassazione e dal Consiglio di Stato, motivazioni di mero ordine economico o, ancora peggio, di task shifting, possono  assurgere a livello di primazia rispetto alle esigenze clinico assistenziali e di tutela della qualità e sicurezza delle cure”.

19 novembre 2014
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer Lettera Conte

Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy