Quotidiano on line
di informazione sanitaria
16 GIUGNO 2024
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Intervista shock a Repubblica. Infermiere del Careggi racconta “l'eutanasia silenziosa” in ospedale


"La legge lo vieta ma i familiari ce lo chiedono". Michele, caposala dell'ospedale fiorentino e cattolico praticante, ha raccontato al quotidiano romano quello che ha definito "un fatto di tutti i giorni". "Avessimo lo scudo del testamento biologico, sarebbe tutto più semplice".

26 FEB - "La legge lo vieta ma i familiari ce lo chiedono. Così tra loro e i medici si stringe un patto di buon senso: perché in Italia deve restare un segreto?". Così Michele, caposala dell'ospedale Careggi di Firenze e cattolico praticante, ha raccontato al quotidiano La Repubblica ciò che ha definito "un fatto di tutti i giorni". 

“Come possiamo definirla? Eutanasia silenziosa – racconta Michele a La Repubblica – per noi è un fatto di tutti i giorni. La affrontiamo con grande difficoltà, ma sicuri di fare la cosa giusta". Michele, come dicevamo, è anche un cattolico praticante, va a Messa due volte a settimana e sorride di questa apparente contraddizione: "Se teniamo in vita artificialmente un paziente, siamo noi che ci sostituiamo a Dio", racconta l'infermiere.

Ogni anno, in un grande reparto come quello in cui lavora Michele, medici,infermieri e operatori sanitari hanno a che fare con almeno 30-40 casi di persone che si trovano in questa "terra di mezzo". "Dal punto di vista normativo siamo costretti a nutrire e idratare anche un vegetale. In queste condizioni un paziente puà andare avanti per mesi o per anni - spiega l'infermiere a La Repubblica -. Avessimo lo scudo del testamento biologico sarebbe tutto più semplice".

La questione è ancora più aperta in reparti come oncologia: "Sarebbe bello in quel caso dare la possibilità alla gente di scegliere quando andarsene - ha raccontato Michele -. Scegliere di morire in maniera degna, in condizioni dignitose, lasciando un bel ricordo di sè agli altri". 

26 febbraio 2015
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy