Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 21 FEBBRAIO 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

“Respira la Rosa, Spegni la candela”: l’iniziativa di prevenzione


06 DIC - Per favorire la sensibilizzazione del pubblico sul tema della prevenzione e diagnosi precoce della BPCO oggi si tiene presso la Galleria Sordi a Roma una iniziativa aperta alla cittadinanza ‘Respira la Rosa, Spegni la Candela’, patrocinata da AIPO, Associazione italiana Pneumologi Ospedalieri, SIMG, Società Italiana di Medicina Generale e l' Associazione pazienti BPCO Onlus e sostenuta da Novartis.
 
Si tratta di un'iniziativa 'importata' dagli USA, riadattata, testata in Italia con alcuni specialisti e condivisa con l'Associazione pazienti, un semplice esercizio che aiuta i pazienti di BPCO a respirare meglio, e tutti noi a capire cosa significa avere un respiro sano.
Uno dei maggiori problemi della BPCO è che gli alveoli polmonari perdono la loro elasticità, e l’aria che viene immessa rimane intrappolata dentro. Questo provoca una espirazione troppo breve, e il tipico sintomo del ‘fiato corto’, che angoscia i pazienti. Per rieducare a un respiro più disteso, si chiede ai pazienti di imparare a inspirare con il naso ed espirare con la bocca, ma con le labbra strette, come se si facesse una bolla di sapone o si spegnesse una candela.
 

06 dicembre 2012
© Riproduzione riservata
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy