Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 28 FEBBRAIO 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Fumo. Più difficile smettere se si beve troppo

di Kathryn Doyle

Un piccolo studio su uomini polacchi ha mostrato come le persone dipendenti dall’alcool processino rapidamente la nicotina nell’organismo: una condizione che potrebbe rendere più difficile smettere di fumare. “Non abbiamo valutato cosa succedeva quando le persone bevevano, ma dopo che avevano smesso i loro elevati tassi di metabolismo della nicotina calavano gradualmente”.

04 MAG - (Reuters Health) “Quando il metabolismo della nicotina è più elevato, per le persone tende ad essere più difficile smettere di fumare”, ha detto Noah R. Gubner del Center for tobacco Control Research and Education della University of California, San Francisco.. “Se due persone stanno provando a smettere di fumare e usano un cerotto alla nicotina, quella con un maggiore metabolismo della nicotina eliminerà la sostanza più velocemente e percepirà prima il desiderio di fumare nuovamente”.
 
Lo studio
Nel 2011 e 2012, i ricercatori hanno studiato 22 fumatori maschi bianchi ospiti di un centro polacco per la cura delle persone dipendenti dall’alcool. Gli studiosi hanno analizzato i campioni di urina dei partecipanti per misurare i livelli di nicotina e il metabolismo una, quattro e sette settimane dopo essersi disintossicati dall’alcool.

La velocità di processamento della nicotina è calata di circa la metà durante le sette settimane, anche se i soggetti fumavano lo stesso numero di sigarette al giorno. Il 14 aprile, sulla versione online di Drug and Alcohol Dependence, i ricercatori hanno riferito che il consumo elevato di alcool potrebbe scatenare l’enzima principalmente responsabile della metabolizzazione della nicotina. Inoltre, un processamento più rapido della sostanza potrebbe spiegare le basse percentuali di abbandono del fumo tra i soggetti alcolizzati.

I risultati potrebbero essere utili per aiutare gli alcolisti a smettere di fumare. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per sapere se la terapia di sostituzione della nicotina è più efficace dopo che le persone smettono di bere molto.

“Smettere di bere e smettere di fumare sono imprese complesse, e la nicotina e l’alcool potrebbero avere effetti sinergici sui meccanismi della ricompensa e del piacere”.

Fonte: Drug Alcohol Depen 2016

Kathryn Doyle

(Versione italiana Quotidiano Sanità/PopularScience)

04 maggio 2016
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy