Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 23 APRILE 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Thailandia. Ogni anno 19 mila morti per infezioni resistenti agli antibiotici


In Thailandia si sta verificando un aumento di infezioni batteriche resistenti ai farmaci, spesso con esiti letali. Le stime parlano di oltre 19.000 decessi all’anno. Sul banco degli imputati l’uso eccessivo degli antibiotici, anche in zootecnia.

08 SET - (Reuters Health) – In Thailandia si sta verificando un aumento di infezioni batteriche resistenti ai farmaci, spesso con esiti letali. Le stime parlano di oltre 19.000 decessi all’anno. Sul banco degli imputati l’uso eccessivo degli antibiotici, anche in zootecnia. “I batteri resistenti ai farmaci si stanno diffondendo in Thailandia e, molto probabilmente, in tutti i Paesi a basso e medio reddito”, dice Direk Limmathurotsakul, autore principale di uno studio condotto dalla Oxford University e della Mahidol University thailandese.In Thailandia, le persone possono acquistare antibiotici senza ricetta e molti li assumono senza averne necessità, alimentando così la resistenza dei batteri”, ha aggiunto Limmathurotsakul. Inoltre, l’uso eccessivo di farmaci antibatterici da parte degli agricoltori “genera anche batteri resistenti agli antimicrobici nell’ambiente”.
 
A rischio il turismo sanitario
Sono 2.5 milioni gli stranieri che ogni anno si recano in Thailandia per ricevere prestazioni sanitarie in strutture private. Limmathurotsakul ha precisato che anche se gli ospedali privati al momento hanno risorse sufficienti per affrontare la situazione, “in futuro il settore potrebbe essere danneggiato, se le autorità non prendono seriamente la battaglia contro i batteri resistenti ai farmaci”
 
Fonte: Elife 2016
 
Reuters Staff
 
(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science) 

08 settembre 2016
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy