Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 04 MARZO 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. Lombardia attacca: “Ci hanno dato mascherine che sono fazzoletti inutilizzabili”. La replica della Protezione civile: “Polemiche senza fondamento”


L’assessore Gallera critica la qualità delle mascherine che sono arrivate: “Noi non vogliamo fare polemica, però è evidente che non è possibile utilizzarle”. Borrelli: “Il Dipartimento di protezione civile lavora h24 dall'inizio dell'emergenza e stiamo continuando a cercare mascherine, respiratori e materiali per la cura”.

14 MAR - “Oggi le mascherine che possono essere usate sono le FFp2 o FFp3, o anche quelle chirurgiche, invece ci sono mandate quelle che sono un fazzoletto, un rotolo di carta igienica, e non sono marchiate Ce”.  Lo ha detto l'assessore alla Sanità della Lombardia Giulio Gallera a SkyTg24.
 
“Noi non vogliamo fare polemica, però è evidente che non è possibile utilizzarle - ha sottolineato Gallera - questo non è considerato accettabile. C'è un'emergenza mascherine che va risolta con i giusti presidi. La Lombardia sta facendo uno sforzo pazzesco, almeno dateci gli strumenti adeguati”
 
La replica di Borrelli. “Il Dipartimento di protezione civile lavora h24 dall'inizio dell'emergenza e stiamo continuando a cercare mascherine, respiratori e materiali per la cura”. Così il commissario Angelo Borrelli durante la conferenza stampa odierna dove ha giudicato le polemiche sulle mascherine avanzate dalla regione Lombardia “del tutto destituite di fondamento”.
 
“Mi auguro che da parte di altre istituzioni ci possa essere maggiore coesione - aggiunge -. Permettetemi di dirlo, da parte di chi lavora da anni per migliorare la risposta del nostro Paese”.
 
“Noi - ha precisato - abbiamo contrattualizzato mascherine per oltre 55 milioni. Al 14 marzo, ne abbiamo consegnate 5 milioni”, ma “ciò che si sta verificando, in tutto il mondo, è una chiusura delle frontiere alle esportazioni: l'India la Romania, la Russia, cioé quei mercati nei quali i nostri fornitori avevano recuperato mascherine, hanno chiuso, così come ha fatto la Francia”. “Il lavoro che stiamo facendo noi è faticoso - ha aggiunto Borrelli -. Si lavora fino a notte tarda e la mattina dopo magari non si riceve conferma dell'ordine. E' un problema non solo italiano, ma internazionale”.

14 marzo 2020
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy