Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 23 MAGGIO 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Oms soddisfatta dai risultati del trial britannico sul desametasone. Tedros: “Pronti a aggiornare nostre linee guida per il trattamento Covid”


"I ricercatori hanno condiviso le prime opinioni sui risultati della sperimentazione con l'Oms e non vediamo l'ora - ha detto il Dg Tedros Adhanom Ghebreyesus - di completare l'analisi dei dati nei prossimi giorni anche attraverso una meta-analisi coordonata propio dall'Oms. Di conseguenza le nostre linee guida cliniche saranno aggiornate con indicazioni su come e quando il desametasone deve essere usato per COVID-19".

17 GIU - "L'Organizzazione Mondiale della Sanità accoglie con favore i risultati dei primi studi clinici condotti nel Regno Unito (Regno Unito) che mostrano che il desametasone, un corticosteroide, può salvare la vita a pazienti che sono gravemente malati di COVID-19. Per i pazienti con ventilatori, il trattamento ha dimostrato di ridurre la mortalità di circa un terzo e per i pazienti che richiedono solo ossigeno, la mortalità è stata ridotta di circa un quinto, secondo i risultati preliminari condivisi con l'OMS. Il beneficio è stato osservato solo in pazienti gravemente malati di COVID-19 e non è stato osservato in pazienti con malattia più lieve".
 
E' quanto si legge in una nota dell'Oms a commento della notizia dei buoni risultati del trial britannico.
 
 
"Questo è il primo trattamento che ha dimostrato di ridurre la mortalità nei pazienti con COVID-19 che richiedono supporto per ossigeno o ventilatore", ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS. "Questa è una grande notizia e mi congratulo con il governo del Regno Unito, l'Università di Oxford e i numerosi ospedali e pazienti nel Regno Unito che hanno contribuito a questa svolta scientifica salvavita".
 
Il desametasone, ricorda l'Oms, è uno steroide che è stato utilizzato dagli anni '60 per ridurre l'infiammazione in una serie di condizioni, tra cui disturbi infiammatori e alcuni tumori. È stato elencato nella Lista dei modelli essenziali di medicinali essenziali dell'OMS dal 1977 in più formulazioni, ed è attualmente fuori brevetto e disponibile in molti paesi.
 



 
"I ricercatori hanno condiviso le prime opinioni sui risultati della sperimentazione con l'OMS e non vediamo l'ora - ha detto Tedros - di completare l'analisi dei dati nei prossimi giorni anche attraverso una meta-analisi coordonata propio dall'OMS. Di conseguenza le linee guida cliniche Oms saranno aggiornate con indicazioni su come e quando il desametasone deve essere usato per COVID-19".

17 giugno 2020
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy