Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 28 FEBBRAIO 2024
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Cinque Stelle: "Le donne le più colpite dalla pandemia"


03 MAR - “I dati Inail inerenti gli infortuni sul lavoro, con riferimento al 2020, ci dicono che rispetto alla diminuzione del 13,6% dovuta alla pandemia, quelli ai danni delle donne registrano invece un aumento. Sono circa 554.340 gli incidenti sul lavoro che riguardano le donne, di cui 1270 denunce di infortunio con esito mortale: quasi il 16,6% in più rispetto al 2019. Queste ultime dovute in buona parte a causa dell'infezione da Covid-19, come ha sottolineato anche la vicepresidente della Camera dei deputati Maria Edera Spadoni”.
 
Lo dichiarano le parlamentari e i parlamentari del Movimento 5 Stelle, componenti del gruppo Pari opportunità.
 
“Le donne sono le più colpite dalla pandemia, perché nel difficile anno del Covid sono aumentati i femminicidi e la disoccupazione femminile, visto che su 101 mila persone che hanno perso il posto di lavoro 99 mila sono donne. E’ fondamentale ormai mettere in campo delle politiche celeri e mirate, per incentivare l’occupazione femminile con pari diritti salariali, al fine di realizzare delle concrete pari opportunità in grado di rilanciare seriamente l’economia del Paese”, concludono.

03 marzo 2021
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy