Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 24 LUGLIO 2024
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Morbillo. Report Ecdc: a marzo Italia fra Paesi con il numero più alto di casi (109). Stagnanti le percentuali di copertura vaccinale


Dal 1 aprile 2023 al 31 marzo 2024, 30 Stati membri dell’UE/SEE hanno segnalato un totale di 6.319 casi di morbillo. Sempre negli ultimi 12 mesi, dei 6.319 casi con età nota, 2.901 (45,9%) riguardavano bambini sotto i cinque anni e 1.587 (25,1%) casi avevano un'età pari o superiore a 15 anni. I tassi di notifica più elevati sono stati osservati nei neonati di età inferiore a un anno (192,9 casi per milione) e nei bambini di età compresa tra 1 e 4 anni (126,6 casi per milione)

08 MAG - Lo scorso mese di marzo sono stati segnalati da 23 Paesi europei un totale di 695 casi di morbillo. Sei dei 29 Paesi che hanno riportato i dati hanno invece segnalato zero casi. Nel complesso, il numero di casi è aumentato rispetto al mese precedente, ma potrebbe essere dovuto a ritardi nella segnalazione e il numero di casi per il mese di segnalazione potrebbe cambiare in futuro. Il numero più alto di casi è stato segnalato da Romania (174), Austria (150), Italia (109), Francia (56) e Belgio (44). E' quanto emerge dai dati diffusi dall'European Centre for Diseases Control and Prevention (ECDC) derivanti dall'European Surveillance System.

Nell'ultimo anno, cioè dal 1 aprile 2023 al 31 marzo 2024, 30 Stati membri dell’UE/SEE hanno segnalato un totale di 6.319 casi di morbillo. Sempre negli ultimi 12 mesi, dei 6.319 casi con età nota, 2.901 (45,9%) riguardavano bambini sotto i cinque anni e 1.587 (25,1%) casi avevano un'età pari o superiore a 15 anni. I tassi di notifica più elevati sono stati osservati nei neonati di età inferiore a un anno (192,9 casi per milione) e nei bambini di età compresa tra 1 e 4 anni (126,6 casi per milione). Dei 5.426 casi (100,0% di tutti i casi) con età e stato vaccinale noti, 4.744 (87,4%) non erano vaccinati, 415 (7,6%) erano vaccinati con una dose di vaccino contenente il morbillo, 247 (4,6%) sono stati vaccinati con due o più dosi e nove (0,2%) sono stati vaccinati con un numero sconosciuto di dosi. Cinque decessi attribuibili al morbillo sono stati segnalati all'ECDC durante il periodo di 12 mesi dalla Romania. Per quanto riguarda l'Italia, nei 12 mesi si sono verificati casi in continua crescita (14 a dicembre, 34 a gennaio, 95 a febbraio e a109 a marzo), 254 in totale. Dal 2018 al 2022 nel nostro Paese risulta aumentata dell'1% la copertura con la prima dose del vaccino (94% nel 2022), mentre è in calo del 4% la percentuale di copertura con la seconda dose (85%).

Per quanto riguarda la rosolia, a marzo il numero di casi risulta aumentato rispetto al mese precedente, ma anche in questo caso ciò potrebbe essere dovuto a ritardi nella segnalazione, afferma l'Ecdc. Un totale di 44 casi sono stati segnalati da due paesi (Germania e Polonia) e 23 paesi non hanno segnalato alcun caso. Dal 1° aprile 2023 al 31 marzo 2024, 29 Stati membri dell’UE/SEE hanno segnalato un totale di 305 casi di rosolia. Nessun paese ha segnalato decessi attribuibili alla rosolia durante il periodo di 12 mesi.

08 maggio 2024
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy