Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 08 LUGLIO 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Cimo: "Ticket sulle spalle di chi già paga le tasse"


30 APR - "I dati del ministero sulle ricette per le prestazioni ambulatoriali nel 2012 confermano una cosa ormai risaputa: in Italia coloro che pagano regolarmente le tasse sono sottoposti a un doppio danno. Oltre a questo pagamento, sono costretti a sborsare ulteriori balzelli per ottenere quello per cui hanno già pagato. In particolare coloro che, come i medici ospedalieri, hanno redditi sopra la media si trovano a dover pagare le prestazioni del Ssn più di quanto queste visite e questi esami costerebbero presso il privato, che oltretutto non ha liste di attesa". E' quanto affermato all'Adnkronos Salute dal presidente della Cimo Asmd, Riccardo Cassi, che ha commentato così i dati del ministero della Salute sul flusso delle ricette di specialistica ambulatoriale nel 2012.

"Questo - ha aggiunto Cassi - comporta una fuga sempre maggiore dal Ssn, che trova conferma nel calo delle prestazioni erogate e nell'incremento dei fondi integrativi (sostitutivi, in realtà) forniti dalle aziende private ai loro dipendenti: ormai dati recenti dimostrano che questi fondi sono il benefit più ambito. Le cosiddette 'aziende' sanitarie invece di cercare di recuperare pazienti e fondi al Ssn, attraverso la libera professione intramoenia, continuano a frapporre ulteriori ostacoli e costi, tanto che anche l'intramoenia sta andando incontro ad un netto decremento".

"Abbiamo - ha sottolineato il presidente Cimo - un nuovo Governo e un nuovo ministro della Salute, a loro chiediamo che il tema cruciale della sostenibilità del Ssn venga affrontato rapidamente e in modo concreto, i ticket non portano alcun vantaggio, in quanto colpiscono solo una piccola parte della popolazione e non ottengono il risultato atteso di ridurre le prestazioni non appropriate. Occorre invece combattere gli sprechi ed il malaffare, riorganizzare seriamente la rete ospedaliera e territoriale, modificare la governance del sistema, a cominciare dal ruolo dei medici, abbandonando i vecchi schemi ideologici dimostratisi fallimentari. Sappiamo che non sarà facile ma altrimenti il declino del Ssn sarà inarrestabile".

30 aprile 2013
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy