Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 10 DICEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Cimo: "Ticket sulle spalle di chi già paga le tasse"

30 APR - "I dati del ministero sulle ricette per le prestazioni ambulatoriali nel 2012 confermano una cosa ormai risaputa: in Italia coloro che pagano regolarmente le tasse sono sottoposti a un doppio danno. Oltre a questo pagamento, sono costretti a sborsare ulteriori balzelli per ottenere quello per cui hanno già pagato. In particolare coloro che, come i medici ospedalieri, hanno redditi sopra la media si trovano a dover pagare le prestazioni del Ssn più di quanto queste visite e questi esami costerebbero presso il privato, che oltretutto non ha liste di attesa". E' quanto affermato all'Adnkronos Salute dal presidente della Cimo Asmd, Riccardo Cassi, che ha commentato così i dati del ministero della Salute sul flusso delle ricette di specialistica ambulatoriale nel 2012.

"Questo - ha aggiunto Cassi - comporta una fuga sempre maggiore dal Ssn, che trova conferma nel calo delle prestazioni erogate e nell'incremento dei fondi integrativi (sostitutivi, in realtà) forniti dalle aziende private ai loro dipendenti: ormai dati recenti dimostrano che questi fondi sono il benefit più ambito. Le cosiddette 'aziende' sanitarie invece di cercare di recuperare pazienti e fondi al Ssn, attraverso la libera professione intramoenia, continuano a frapporre ulteriori ostacoli e costi, tanto che anche l'intramoenia sta andando incontro ad un netto decremento".

"Abbiamo - ha sottolineato il presidente Cimo - un nuovo Governo e un nuovo ministro della Salute, a loro chiediamo che il tema cruciale della sostenibilità del Ssn venga affrontato rapidamente e in modo concreto, i ticket non portano alcun vantaggio, in quanto colpiscono solo una piccola parte della popolazione e non ottengono il risultato atteso di ridurre le prestazioni non appropriate. Occorre invece combattere gli sprechi ed il malaffare, riorganizzare seriamente la rete ospedaliera e territoriale, modificare la governance del sistema, a cominciare dal ruolo dei medici, abbandonando i vecchi schemi ideologici dimostratisi fallimentari. Sappiamo che non sarà facile ma altrimenti il declino del Ssn sarà inarrestabile".

30 aprile 2013
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy