Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 LUGLIO 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Inquinamento dell'aria nelle scuole. Da Ministero e Ispra un progetto sulla salute e per la prevenzione dei rischi 

Sono 10 milione fra alunni e docenti che ogni giorno studia o lavora in circa 45.000 edifici pubblici scolastici in Italia. Nelle strutture scolastiche italiane si rilevano numerose criticità igienico sanitarie e di qualità dell’aria indoor, attribuibili a problematiche di tipo ambientale. "Qualità dell’aria indoor nelle scuole, rischi per la salute e prevenzione" è il progetto formativo organizzato da ISPRA e Ministero della Salute

17 DIC - In Italia i bambini e i ragazzi trascorrono negli edifici scolastici dalle 4 alle 8 ore al giorno. Si stima che il 15% della popolazione, pari a circa 10 milioni di persone, fra alunni e docenti, studi o lavori ogni giorno in circa 45.000 edifici pubblici su tutto il territorio nazionale. Nelle strutture scolastiche italiane si rilevano numerose criticità igienico sanitarie e di qualità dell’aria indoor, attribuibili a problematiche di tipo ambientale.

Numerose ricerche hanno evidenziato come l’inquinamento dell’aria interna (indoor), insieme al comfort microclimatico sia un determinante importante per la salute di studenti e lavoratori e soprattutto per i gruppi più vulnerabili quali bambini, adolescenti e soggetti allergici e asmatici.

La presenza di inquinanti nell’aria indoor delle aule e degli ambienti scolastici è determinata non solo dall’inquinamento esterno ma anche dalle caratteristiche strutturali dell’edificio scolastico, dalla presenza di potenziali sorgenti inquinanti come ad esempio i materiali di arredo, costruzione e sostanze usate nelle operazioni di pulizia e manutenzione. La conoscenza di tali fattori di rischio per la salute è fondamentale per una loro gestione informata. La scuola, quindi, viene intesa non solo come oggetto di prevenzione ma veicolo e motore di educazione sanitaria e ambientale per gli alunni e le famiglie.


"Qualità dell’aria indoor nelle scuole, rischi per la salute e prevenzione" è il progetto formativo organizzato da ISPRA-Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e Ministero della Salute rivolto ai Dirigenti scolastici, responsabili della prevenzione, personale delle Unità Tecnico Amministrative e degli Uffici Gare e Appalti e operatori dei sistemi di prevenzione sanitaria e ambientale. Il progetto formativo coinvolge, nella prima edizione sperimentale, le scuole del Lazio attraverso un corso on line che si svolgerà da fine gennaio a marzo 2016.

Il corso affronterà, sulla base delle ultime evidenze scientifiche, i fattori di rischio per salute e benessere presenti nell'aria interna delle scuole e le potenziali fonti interne di inquinanti come: i prodotti usati nel quotidiano, i materiali utilizzati nell'edilizia scolastica, i fattori legati al comfort ambientale nelle aule scolastiche anche in relazione all'efficientamento energetico degli edifici.

Il corso utilizzerà la metodologia "blended learning" con momenti di formazione a distanza (e-learning) alternati ad attività di formazione in aula e si articolerà in 3 specifici moduli formativi che tratteranno le tematiche più attuali relative alla qualità dell’aria indoor nelle scuole. L'obiettivo finale del progetto è quello di contribuire alla realizzazione di "scuole sane che promuovano la salute".
 
Inoltre sul sito del Ministero della Salute è stata anche attivata una nuova area tematica dedicata all’Aria Indoor, con schede informative sui principali agenti inquinanti e il progetto formativo sulla qualità dell'aria indoor nelle scuole.

17 dicembre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy