Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 31 MAGGIO 2016
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Dossier Punti nascita. Ecco quelli a rischio. Sono 128 le strutture che fanno meno di 500 parti l’anno. Dovevano essere chiuse 3 anni fa

Sono quasi 40mila gli eventi nascita che avvengono ogni anno in queste strutture che non dovrebbero esserci più. Presenti in quasi tutte le Regioni preoccupa la situazione di Campania e Sicilia che ne hanno rispettivamente 21 e 19. Alcune non arrivano neanche a 20 parti l'anno. L'ELENCO

12 FEB - Punti nascita con meno di 500 parti all’anno. Ne esistono ancora 128. E questo, nonostante l’Accordo Stato-Regioni del dicembre 2010 per la messa in sicurezza dei punti nascita che prevedeva proprio la chiusura o la messa in sicurezza di quelli in cui si effettuano meno di 500 parti l’anno. Un fenomeno dunque, come evidenziato dai dati del Piano nazionale esiti (PNE) dell’Agenas aggiornati a dicembre 2012, che rappresenta ancora una realtà e coinvolge ben 18 Regioni su 21 (non risultano dai dati del PNE punti nascita con meno di 500 parti l’anno in Val d’Aosta, Liguria e Molise).
 
A livello nazionale sono ancora 128 le strutture che effettuano meno di 500 parti l’anno. In ‘testa’ alla graduatoria per il minor numero di parti in un anno c’è il Presidio Ospedaliero di Lipari (Me) che ne effettua 12, a seguire, sempre in Sicilia si trova con 14 parti il P.O. Suor Cecilia Basarocco (Cl), cui segue l’Ospedale ‘Tiberio Evoli’ – Melito P.S. (Rc) con 17, così come la Casa di cura Villa delle Margherite Snc (Na).

A livello regionale, come dicevamo il fenomeno coinvolge quasi tutte le Regioni. Ma a farla da ‘padrone’ è la Campania con 21 strutture che effettuano meno di 500 parti l’anno. Al secondo posto la Sicilia con 19, cui seguono la Puglia e il Lazio con 10 strutture e Lombardia e Sardegna con 9. Se analizziamo i dati dal punto di vista del numero dei parti, su un totale di 538.600 eventi nascita registrati dal PNE, ne risultano 39.430 (pari al 7,3% del totale) effettuati ancora nelle strutture che, secondo il citato accordo del dicembre 2010, si sarebbero dovute chiudere o mettere in sicurezza. 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Strutture che effettuano meno di 500 parti l'anno
 
Regioni Numero strutture
Piemonte 4
Lombardia 9
P. A. Bolzano 4
P. A. Trento 3
Veneto 6
Friuli Venezia Giulia 2
Emilia Romagna 7
Toscana 6
Umbria 5
Marche 4
Lazio 10
Abruzzo 3
Campania 21
Puglia 10
Basilicata 2
Calabria 4
Sicilia 19
Sardegna 9
ITALIA 128





Fonte: Elaborazione su dati Piano nazionale esiti - 2012
 
 

12 febbraio 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Viola Rita (Scienza)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy