Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 30 NOVEMBRE 2020
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Vaccinazioni. Nel Regno Unito vaccini contro il Covid somministrati anche da farmacisti, ostetriche, paramedici e fisioterapisti


Le modifiche al Regolamento sui farmaci per uso umano 2012, proposte per la prima volta ad agosto sono entrate in vigore lo scorso 16 ottobre. Queste figure professionali dovranno sottoporsi a una formazione aggiuntiva per garantire la sicurezza dei pazienti. Inoltre, l'Agenzia regolatoria britannica potrà concedere un'autorizzazione temporanea di un vaccino Covid-19 se uno di questi si dovesse dimostrare sicuro ed efficace prima del 2021, senza aver bisogno di fare affidamento sull'Ema.

21 OTT - Nel Regno Unito anche ostetriche, paramedici (figura professionale tipica del mondo anglosassone che indica gli operatori del servizio di emergenza sanitaria extra-ospedaliera, ndr), fisioterapisti potranno somministrare vaccini antinfluenzali e potenzialmente anche i futuri vaccini contro il Covid-19. La stessa misura è prevista per i farmacisti, che già da anni possono somministrare quelli antinfluenzali. Le modifiche al Regolamento sui farmaci per uso umano 2012, proposte per la prima volta ad agosto sono entrate in vigore lo scorso 16 ottobre.

Il Dipartimento per la salute  ha affermato che queste figure professionali dovranno sottoporsi a una formazione aggiuntiva per garantire la sicurezza dei pazienti. Le modifiche consentiranno inoltre all'Agenzia di regolamentazione dei farmaci e dei prodotti sanitari (Mhra) di concedere l'autorizzazione temporanea di un vaccino Covid-19 se uno di questi si dovesse dimostrare sicuro ed efficace prima del 2021, senza aver bisogno di fare affidamento sull'Ema.
 
Christian Schneider, direttore scientifico provvisorio dell'Mhra, ha affermato: "La sicurezza dei pazienti è la nostra massima priorità. La commissione indipendente sui medicinali per uso umano consiglierà il governo britannico sulla sicurezza, qualità ed efficacia di qualsiasi potenziale vaccino. Nessun vaccino sarà distribuito a meno che non siano stati rispettati standard rigorosi attraverso un programma completo di sperimentazione clinica".

 
Il segretario alla salute Matt Hancock ha dichiarato: "Queste modifiche legali ci aiuteranno a fare tutto il possibile per assicurarci di essere pronti a lanciare un vaccino Covid-19 sicuro ed efficace non appena avrà superato gli studi clinici e sottoposto a controlli rigorosi da parte del regolatore".

21 ottobre 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy