Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 25 AGOSTO 2016
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Lazio. Zingaretti mette benzina nel motore della sanità: dal 1 febbraio 394 nuove unità negli organici 

Sono entrate nei ranghi, durante gli ultimi 12 mesi, 868 unità di personale, cioè l'80% di quelle che non sono più in servizio per cessata attività (1086). Con le procedure concluse e in via di definizione vengono assunti, con contratti a tempo determinato, 132 medici, 176 infermieri, 58 operatori socio sanitari, 20 tecnici di cui 16 di radiologia, 8 ostetriche. TUTTI I NUMERI

29 GEN - Un’iniezione vitale per gli organici della sanità laziale, una boccata d’ossigeno dopo anni di paralisi del turn over: a partire dal 1° febbraio nelle aziende ospedaliere e sanitarie accederanno 394 nuove unità tra medici, infermieri, operatori socio- sanitari, tecnici e ostetriche a tempo determinato. Si andranno così a sommare alle altre 184 già effettuate nel 2015, portando il totale a 578. Nel 2015 e fino ad oggi, inoltre, il sistema sanitario regionale ha inserito ulteriori 290 lavoratori a tempo indeterminato in deroga al turnover.

Complessivamente sono entrate nei ranghi, durante gli ultimi 12 mesi, 868 unità di personale, cioè l'80% di quelle che non sono più in servizio per cessata attività (1086). La maggior parte delle procedure di selezione è terminata in questi giorni mentre altre si concluderanno a breve.
Con le procedure concluse e in via di definizione vengono assunti, con contratti a tempo determinato, 132 medici, 176 infermieri, 58 operatori socio sanitari, 20 tecnici di cui 16 di radiologia, 8 ostetriche. Oltre la metà dei camici bianchi, cioè 73, andranno nei reparti dell’emergenza mentre 44 sono medici e chirurghi d’urgenza e accettazione, 29 anestesisti rianimatori. Il resto, 59 unità, è composto da varie figure tra cui 4 neurologi, 5 cardiologi, 5 per ostetricia e ginecologia, 1 otorino,4 medici di radiodiagnostica.


Le selezioni che stanno per ultimarsi sono quelle relative ai bandi per 34 unità di personale tra cui 10 infettivologi presso lo Spallanzani, 9 psichiatri e anche dirigenti amministrativi, un fisico sanitario, biologi, ingegneri (tra cui uno informatico) e terapisti della riabilitazione.
Nelle intenzioni della giunta guidata da Nicola Zingaretti queste cifre devono innescare un’autentica sterzata per la sanità laziale, chiaramente in agonia sotto il profilo del personale: dal 2007 sono state perse oltre 8mila unità e, allo stato attuale, il 35% della forza lavoro presenta un’età media oltre i 54 anni.
 
Gennaro Barbieri
 


29 gennaio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy