Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 LUGLIO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Giornata mondiale tumore ovarico. Al Gemelli inaugurato il nuovo centro per la cura personalizzata dei tumori femminili

Confort degli ambienti, cure innovative, tecnologie all’avanguardia, ricerca. Queste le caratteristiche del nuovo Day Hospital e degli ambulatori del Policlinico romano inaugurati oggi. Le nuove strutture sono state realizzate grazie a una donazione dell’Associazione Onlus “Oppo e le sue stanze”.

08 MAG - GCure innovative e personalizzate, tecnologie d’avanguardia, ricerca, ma soprattutto accoglienza: queste le caratteristiche del nuovo Day Hospital e degli ambulatori per i tumori femminili, inaugurato oggi al Policlinico Universitario “Agostino Gemelli” e afferente al Dipartimento per la tutela della salute della donna, della vita nascente, del bambino e dell’adolescente, diretto da Giovanni Scambia.

Le nuove strutture, realizzate grazie a una donazione dell’Associazione Onlus “Oppo e le sue stanze”, si articolano in diverse aree funzionali su una superficie di circa 800 metri quadrati: l’area del ricovero diurno per la chemioterapia, composta da una sala somministrazione con 15 poltrone attrezzate, una sala con 4 letti per l’esecuzione di paracentesi, toracentesi, trasfusioni, terapie di supporto e osservazione dei pazienti dopo procedure di nefrostomie e cateteri intraperitoneali; 4 sale visita, una sala ecografica, una sala prelievi, un’area infermieristica, un’area dedicata al posizionamento dei cateteri venosi centrali, un’ampia e colorata sala d’attesa e reception e un’aula didattica multimediale. Particolare il confort degli ambienti, dotati di sistema wi-fi, e degli arredi. Nella nuova struttura hanno sede anche l’ambulatorio per il linfedema post operatorio, il follow up delle pazienti che hanno concluso le cure, l’ambulatorio per la familiarità dei tumori ginecologici e uno spazio interamente dedicato ai protocolli clinici sperimentali, grazie ai quali le pazienti potranno usufruire di nuovi farmaci non altrimenti disponibili in commercio.


“Negli ultimi anni - spiega il prof. Scambia - si è assistito a un lento, ma progressivo aumento della sopravvivenza delle pazienti con stadi avanzati di tumore ovarico, soprattutto grazie al miglioramento delle tecniche chirurgiche e all'introduzione di farmaci biologici nel trattamento. Lo scorso anno il Day Hospital di Ginecologia Oncologica del Gemelli ha offerto circa 8500 prestazioni per le donne affette da tumori ginecologici, partecipando attivamente a studi clinici internazionali per garantire nuovi farmaci a bersaglio molecolare. “Il nuovo centro - aggiunge il ginecologo oncologo del Gemelli - costituirà sempre più un punto di riferimento importante per le nostre pazienti, con spazi dedicati alle terapie, ambulatori per le visite, sala d’attesa e aree informative, realizzati con una particolare attenzione all’umanizzazione dell’ambiente ospedaliero”.


Le nuove strutture sono state inaugurate al termine dei lavori del meeting scientifico “Ovarian cancer Day: toward individualized treatment”, promosso dal Dipartimento in occasione della Giornata Mondiale sul tumore ovarico. In Italia si registrano 4800 nuovi casi all’anno di questa patologia, corrispondenti al 30% dei tumori ginecologici, la quinta causa di morte per tumore nelle donne nella fascia d’età tra i 50 e i 69 anni (dopo mammella, polmone, colon-retto e pancreas).


Anche questa realizzazione si avvale del sostegno prezioso di “Oppo e le sue stanze Onlus”, che dal 1999 promuove iniziative per le infrastrutture, la ricerca, la prevenzione e la cura dei tumori ematologici e per l’assistenza dei malati e dei loro familiari. Grazie alla Onlus è stato possibile rendere confortevoli i luoghi in cui pazienti, accompagnatori e personale sanitario affrontano insieme la lotta contro la malattia. “Questa collaborazione con il Policlinico Gemelli è stata per l'Associazione Oppo e le sue Stanze un’esperienza stimolante e bellissima - ha dichiarato Resi Madia, presidente dell’Associazione -. In soli sei mesi è stato possibile realizzare due progetti ambiziosi: prima il Centro di Ecografia in Ginecologia Oncologica e oggi il nuovo Day Hospital e gli ambulatori per i tumori femminili. L'Associazione Oppo è sempre e ancor di più determinata nella lotta contro i tumori e per l’assistenza alle donne e alle loro famiglie. Avendo individuato medici straordinari, che a volte combattono a mani nude, l'Associazione desidera affiancarli con strumentazioni ed apparecchiature idonee. Il Day Hospital e gli ambulatori che abbiamo inaugurato oggi permetteranno alle donne affette da tumori di stare in un ambiente moderno, attrezzato e confortevole”.

08 maggio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy