Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 25 SETTEMBRE 2017
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Prediabete: negli uomini metformina protegge da placche coronariche e sindrome metabolica

“La metformina può proteggere contro l'aterosclerosi coronarica negli uomini con prediabete”. A dichiararlo sulla rivista Circulation Ronald Goldberg, il cui studio ha indagato gli effetti del farmaco su oltre 2 mila soggetti prediabetici

17 MAG - (Reuters Health) - Secondo una nuova analisi dei dati del Diabetes Prevention Program and its Outcome Study (DPPOS) la metformina sembra rallentare la crescita delle calcificazioni aorto-coronariche (CAC) negli uomini. In un precedente studio sul DPPOS, che aveva coinvolto 3.234 persone con prediabete, era stato evidenziato come la metformina e l'adozione di corretti stili di vita avessero permesso di ridurre il rischio di sviluppare il diabete rispetto al placebo. Nel nuovo studio, Ronald Goldberg della University of Miami, Miller School of Medicine e il suo team hanno esaminato i dati di 2.029 dei partecipanti al DPPOS, che sono quelli che avevano effettuato le misure della CAC, con una media di 14 anni di follow-up.

I risultati
Al follow-up i ricercatori non hanno riscontrato differenze nel CAC tra il gruppo placebo e i gruppi che si sono sottoposti solo a un cambiamento dello stile di vita. Tuttavia, è stato osservato che solo il 75% degli uomini in trattamento con la metformina mostrava CAC, rispetto all'84% degli uomini del gruppo placebo. E ancora, la gravità delle CAC era inferiore nel gruppo di pazienti trattati con metformina (gravità media CAC 39,5 vs. 66,9 AU). Tuttavia, tali variazioni sono state registrate solo tra i pazienti di sesso maschile, mentre non è stato osservato nessun effetto nelle donne. "Questi risultati forniscono la prima prova che la metformina può proteggere contro l'aterosclerosi coronarica negli uomini con prediabete, anche se è necessaria una dimostrazione che la metformina riduce anche gli eventi cardiovascolari in questi soggetti prima di poter formulare qualsiasi ipotesi terapeutica", dichiara Ronald Goldberg della University of Miami, Miller School of Medicine in un articolo su Circulation.


Il meccanismo
Come osservano i ricercatori in una nota, la metformina potrebbe contribuire a ridurre le CAC migliorando la funzionalità endoteliale e migliorando il profilo lipidico dei pazienti, nonché riducendo l'infiammazione. Oltre ai differenti effetti sulle calcificazioni CAC osservati negli uomini e nelle donne, la metformina si è rivelata particolarmente efficace anche nel prevenire la sindrome metabolica negli uomini, ma non nelle donne, come osservano gli autori. "Questo aumenta la possibilità di eventuali interazioni ormonali. Per esempio è stato dimostrato che la metformina riduce i livelli di testosterone negli uomini, ma non nelle donne ", aggiungono in conclusione.

Fonte: Circulation 2017

Reuters Staff

(Versione italiana Quotidiano Sanità/ Popular Science)

17 maggio 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy