Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 25 MAGGIO 2016
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Cure a lungo termine. “Una semplificazione normativa e piani assicurativi adeguati si rendono necessari”. Il Briefing paper dell’Istituto Bruno Leoni

La sfera definita come “long term care” (LTC) assorbe mediamente l’1,6% del Pil tra i paesi dell’Unione Europea e comprende un insieme di attività rivolte a individui con handicap fisici o psicologici, a persone anziane e a persone che per poter svolgere la loro routine quotidiana hanno necessità particolari. In questo studio vengono individuate alcune best practice internazionali da seguire per migliorare l'efficienza del nostro sistema. IL BRIEFING PAPER

04 GEN - La sfera definita come “long term care” (LTC) assorbe mediamente l’1,6% del PIL tra i paesi dell’Unione Europea e comprende un insieme di attività rivolte a individui con handicap fisici o psicologici, a persone anziane e a persone che per poter svolgere la loro routine quotidiana hanno necessità particolari. Il Briefing Paper "Aspettative di vita e servizi LTC. Come impedire che una buona notizia diventi un problema" di Paolo Belardinelli analizza la gestione del fenomeno LTC in Italia comparandola a quella di altri Paesi europei: Germania, Olanda, Spagna, Francia e Regno Unito. Alla luce di questo confronto internazionale sono state individuate alcune best practices da seguire per poter migliorare l’efficienza e la qualità del nostro sistema di LTC.
 
"Innanzitutto, i trasferimenti in cash sono uno strumento piuttosto comune nelle esperienze analizzate e, quando viene data la possibilità di scegliere tra questa modalità e i servizi in kind, gli utenti manifestano una forte preferenza verso la prima. Un aspetto su cui da noi sarebbe opportuno intervenire è la qualità dei controlli che vengono fatti su chi richiede il trasferimento e la previsione di qualche forma di differenziazione nell’importo assegnato a seconda del disagio del beneficiario.

 
In secondo luogo, rispetto agli altri Paesi in Italia si evidenzia una scarsa offerta di posti letto nelle residenze assistenziali (RSA e RA) - spiega Belardinelli -. Ciò non significa che sia auspicabile un intervento pubblico diretto a colmare questa lacuna; in quasi tutti i Paesi infatti è il privato a gestire la maggior parte dell’offerta di questo servizio. Ciò che invece sarebbe auspicabile è una semplificazione normativa delle procedure di accreditamento, oggi confuse e disordinate. Infine, dal punto di vista del finanziamento, nelle migliori esperienze analizzate sono previsti schemi assicurativi destinati a coprire le spese per i servizi LTC uniti a meccanismi di co-payment, che se ben disegnati potrebbero essere efficaci nel costruire un sistema sostenibile, dando coscienza alle persone del costo e dei benefici dei servizi di cui hanno bisogno".

04 gennaio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Viola Rita (Scienza)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy