Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 17 APRILE 2024
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Vaccini. Genitori di bimbi malati di tumore a Fedeli: “Le sanzioni non sostituiscono i vaccini”


La Fiagop interviene sulla proposta del ministro dell’Istruzione di introdurre sanzioni per i genitori che non sottopongono i figli alle vaccinazioni previste dalla legge. “I nostri figli sono particolarmente vulnerabili a virus e batteri, ma le sanzioni non sostituiscono i vaccini. Cosa intende fare per garantire la salute il diritto alla salute e all’istruzione dei piccoli pazienti?”.

18 MAG - “Gentile Signora Ministro, mi rivolgo a Lei a nome delle associazioni dei genitori e prima ancora dei bambini e degli adolescenti oncologici che rappresento, per chiederle in che modo vuole tutelare e garantire il diritto alla salute e all'istruzione dei piccoli pazienti”. Si apre così ka lettera aperta che Angelo Ricci, presidente della Federazione Italiana Associazioni Oncoematologia Pediatrica Onlus (Fiagop, che riunisce i genitori di bambini malati di tumore o leucemia) ha indirizzato al Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli in riferimento al decreto sui vaccini per l'accesso alla scuola dell'obbligo.

“I giovani pazienti oncologici che si sottopongono a terapie per contrastare la malattia, così come coloro che hanno subito un trapianto di midollo osseo vivono in condizione di immunodepressione, vale a dire il loro sistema immunitario funziona meno efficacemente o addirittura non funziona affatto e quindi sono particolarmente vulnerabili a virus e batteri” sottolinea il presidente Fiagop.
 
Commentando le parole di Fedeli ha in merito alla possibilità di introdurre sanzioni per i genitori che non sottopongono i figli ai vaccini previsti per legge, Ricci osserva: “L’eventuale sanzione comminata ai genitori non sostituirà la vaccinazione e quindi non sarà in grado di garantire la salute a quei bambini e ragazzi che, a causa del sempre più basso e pericolosamente depotenziato effetto gregge, potrebbero ammalarsi in modo grave per il solo fatto di frequentare scuole, luoghi di aggregazione, palestre o anche solo mezzi di trasporto collettivo. Se la Repubblica Italiana tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, assumendo questa posizione si ledono i diritti dei più fragili. La mia speranza – conclude il presidente di Fiagop - è che la politica e le Istituzioni non trascurino di salvaguardare il diritto ad una vita piena a coloro che, per aver salva quella stessa vita, lottano ogni giorno”.

18 maggio 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy