Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 26 NOVEMBRE 2022
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Vaccini Covid. La Commissione Europea ha firmato un terzo contratto per l’acquisto di ulteriori 1,8 miliardi di dosi di Pfizer


Le consegne sono previste tra la fine del 2021 e il 2023. Il contratto consentirà l'acquisto di 900 milioni di dosi del vaccino attuale e di un vaccino adattato alle varianti, con la possibilità di acquistare un ulteriore 900 milioni di dosi. Vien inoltre stabilito che la produzione del vaccino abbia sede nell'UE e che i componenti essenziali provengano dalla stessa UE. 

20 MAG - Oggi la Commissione Europea ha firmato un terzo contratto con le società farmaceutiche BioNTech e Pfizer. Si riserva ulteriori 1,8 miliardi di dosi per conto di tutti gli Stati membri dell'UE, tra la fine del 2021 e il 2023. Consentirà l'acquisto di 900 milioni di dosi del vaccino attuale e di un vaccino adattato alle varianti, con la possibilità di acquistare un ulteriore 900 milioni di dosi.
 
Il contratto richiede che la produzione del vaccino abbia sede nell'UE e che i componenti essenziali provengano dalla stessa UE. Stabilisce inoltre che, dall'inizio della fornitura nel 2022, sia garantita la consegna nell'UE. Grazie alla consolidata collaborazione con le aziende ai sensi dei contratti e degli accordi in essere, vengono assicurate puntuali consegne delle dosi. La possibilità per gli Stati membri di rivendere o donare dosi a paesi bisognosi al di fuori dell'UE o attraverso lo strumento Covax è stata rafforzata, contribuendo a un accesso globale ed equo al vaccino in tutto il mondo. 
 
La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha dichiarato: “Con la nostra firma, il nuovo contratto è ora in vigore, che è una buona notizia per la nostra lotta a lungo termine per proteggere i cittadini europei dal virus e dalle sue varianti! La produzione e la consegna nell'UE fino a 1,8 miliardi di dosi sono garantite. I potenziali contratti con altri produttori seguiranno lo stesso modello, a vantaggio di tutti".
 
Stella Kyriakides, Commissaria per la salute e la sicurezza alimentare: “Dobbiamo essere un passo avanti al virus. Ciò significa avere accesso a vaccini adattati per proteggerci dalla minaccia di varianti, vaccini di richiamo per prolungare l'immunità e proteggere la nostra popolazione più giovane. Il nostro focus è una priorità sulle tecnologie che hanno dimostrato il loro valore, come i vaccini a mRNA, ma manteniamo aperte le nostre opzioni. Gli ultimi mesi hanno chiaramente dimostrato la necessità di avere accesso a un ampio portafoglio di vaccini e diverse tecnologie, nonché a partner affidabili. Poiché il ritmo della vaccinazione aumenta ogni giorno e il lavoro su terapie efficaci si intensifica, possiamo guardare avanti con maggiore ottimismo e fiducia".

20 maggio 2021
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy